Passioni e desideri = 360

Varie relazioni sentimentali, intrattenute da persone di differente estrazione sociale, si intrecciano sullo sfondo di diverse città: un unico, affascinante racconto di amore nel XXI secolo che prende le mosse da Vienna per poi passare a Parigi, Londra, Bratislava, Rio, Denver e Phoenix …

Continue reading

Il nastro bianco = Das weisse Band

Germania del Nord, 1913-14. In un villaggio protestante alcuni studenti, componenti di un coro diretto da uno degli insegnati, sono testimoni con le loro famiglie di una serie di strani incidenti che ben presto iniziano ad apparire come rituali punitivi…

Continue reading

Fiore del deserto = Desert flower

Somalia. La dodicenne Waris vive in una tribù nomade nel deserto ed è destinata ad un matrimonio combinato. Waris però decide di ribellarsi al suo destino, fugge prima a Mogadiscio e poi arriva a Londra dove, clandestina e analfabeta, riesce a mantenersi con lavori di fortuna. Ma Waris è molto bella e grazie all’incontro con il fotografo Terence Donovan la sua vita prende una svolta positiva…

Continue reading

Abel, il figlio del vento = Brothers of the wind

L’aquilotto più forte è destinato a scacciare dal nido il fratello più debole: questo è solitamente ciò che accade quando due piccoli di aquila si trovano a condividere lo stesso nido. Spesso accade anche tra gli uomini che, a ferirli, siano proprio le persone più vicine. Lukas, infatti, soffre a causa della freddezza che il padre mostra nei suoi confronti successivamente alla dolorosa perdita della moglie, morta nel tentativo di salvare il piccolo Lukas da un incendio…

Continue reading

Population Boom

Ein bekanntes Horrorszenario: sieben Milliarden Menschen auf der Erde. Schwindende Ressourcen, giftige Müllberge, Hunger und Klimawandel – Folgen der Überbevölkerung? Wer behauptet eigentlich, dass die Welt übervölkert ist? Und wer von uns ist zu viel?

Continue reading

Il colonnello Redl = Redl ezredes

Nato in Galizia, nella modesta famiglia di un ferroviere, Alfred Redl, alunno dotato di grandi capacità, viene ammesso bambino alla Scuola militare, per concessione dell’Imperatore Francesco Giuseppe. Grazie al suo zelo, alla sua astuzia e all’amore per un impero alle soglie dello sgretolamento, riesce ad occupare incarichi sempre più importanti finché, smascherata la sua omosessualità, viene tradito e costretto al suicidio…

Continue reading

Donne senza uomini = Zanan-e bedun-e mardan

Tratto dal romanzo omonimo di Shahrnush Parsipur, il film narra la vita di quattro donne nella Teheran del 1953, scossa dal colpo di stato dello shah Mohammed Reza Pahlavi, avvenuto con il supporto dell’intelligence americana e che avrebbe segnato la fine della democrazia. In un giardino di orchidee, le quattro donne capiranno il valore dell’amicizia e del conforto…

Continue reading

Back to Africa

Back to Africa begleitet fünf Künstler aus André Hellers Zirkusshow Afrika!Afrika! in ihre afrikanische Heimat. Mit großer Sensibilität und respektvoll spürt der Film der außergewöhnlichen Energie, den mitunter abenteuerlichen Biographien dieser ganz verschiedenen Persönlichkeiten und der tiefen Verwurzelung ihrer beeindruckenden Kunst auf dem afrikanischen Kontinent auf. Back to Africa erzählt von der Kultur hinter der Kulisse, von Inspiration und Hoffnung. Jenseits des Klischees von Elend und Exotik entdecken wir ein vielfältiges, aufregendes, selbstbewusstes und engagiertes Afrika.

Continue reading

Plastic Planet

Wir sind Kinder des Plastikzeitalters: vom Babyschnuller bis zur Plastikdose für das Müsli, von der Quietscheente bis hin zur Trockenhaube. Plastik ist überall: In den Weltmeeren findet man inzwischen sechsmal mehr Plastik als Plankton und selbst in unserem Blut ist Plastik nachweisbar!

Continue reading

Il segreto di Esma = Grbavica

Esma vive con sua figlia Sara nella Sarajevo postbellica. Sara non ha mai conosciuto suo padre ed è convinta che sia un eroe di guerra come il padre di Samir, un suo compagno a cui è molto legata. Un giorno Sara vorrebbe partecipare a una gita scolastica e così Esma inizia a lavorare in un locale notturno per guadagnare la cifra necessaria, anche se la scuola ha emesso un’ordinanza per cui i figli degli eroi di guerra possono prendere parte alla gita gratuitamente. Quando Sara scopre di non essere inclusa nella lista degli orfani comincia ad insistere per conoscere i dettagli della morte di suo padre …

Continue reading

Benvenuto Mr. President = Gori vatra

Nella piccola cittadina bosniaca di Tesanj, dietro la facciata di paese da cartolina, si nascondono, in realtà, odi etnici, crimini e corruzione. Di colpo, però, l’improvvisa notizia dell’imminente arrivo del presidente americano Bill Clinton rende tutti euforici, nella speranza che la visita serva anche a convogliare nella zona ingenti capitali stranieri. Sotto la guida degli osservatori internazionali presenti, Tesanj si lancia in una folle impresa: quella di cancellare, in soli sette giorni, il lato oscuro di se stessa.

Continue reading

Verkaufte Heimat : Parte 3 : Feuernacht

Nella terza puntata si assiste ad una serie di avvenimenti compresi tra il la fine degli anni Cinquanta e l’estate del 1961. Dopo la firma dell’Accordo Degasperi-Gruber e l’emanazione dello Statuto di autonomia del 1948, il centralismo dello Stato e della Regione impediscono una reale autonomia della popolazione sudtirolese in un periodo di enormi difficoltà economiche per l’agricoltura ed i masi di montagna, che portano all’emigrazione di sudtirolesi verso l’Austria e la Germania. Contemporaneamente motivi analoghi portano migliaia di italiani in Alto Adige. Il disagio della popolazione sudtirolese si manifesta con una serie di azioni politiche e terroristiche che culmina nella notte dei fuochi del 1961…

Continue reading

Verkaufte Heimat : Parte 4 : Komplott

Nella quarta puntata si assiste ad una serie di avvenimenti compresi tra l’inizio e la fine degli anni Sessanta. Dopo la notte dei fuochi del 1961 alcuni circoli neonazisti austriaci e germanici cercano di strumentalizzare il terrorismo sudtirolese, che fino ad allora aveva colpito solamente i simboli dello Stato italiano, senza colpire deliberatamente le persone. L’escalation porta a centinaia di attentati con decine di morti e feriti, repressioni da parte dello Stato, processi e pesanti condanne. I servizi segreti di alcuni paesi si muovono nello scenario sudtirolese, in un periodo in cui a livello internazionale si sviluppano movimenti indipendentisti ed anticolonialisti ed a livello nazionale si sviluppano movimenti che appoggiano tali richieste, ma anche movimenti che auspicano l’esercizio di un potere forte. Le diplomazie e la politica trovano un accordo che prevede un’autonomia provinciale, che delude chi ha lottato per l’autodeterminazione.

Continue reading

Uno specialista = Un spécialiste, portrait d’un criminel moderne

Catturato a Buenos Aires dai servizi segreti israeliani nel 1960, il criminale nazista Adolf Eichmann viene portato a Gerusalemme. Qui, nell’auditorium della Casa del Popolo trasformata per l’occasione in tribunale, a partire dall’11 aprile 1961 prende il via il processo a suo carico. Dopo otto mesi di dibattimento, il 15 dicembre la Corte del distretto di Gerusalemme, composta da tre giudici israeliani di origine tedesca, pronuncia la condanna a morte. Eichmann ricorre in appello. Il 28 marzo 1962 il giudizio di primo grado viene confermato. Eichmann chiede allora la grazia al Capo dello Stato. Il 31 maggio la grazia viene rifiutata e Eichmann viene impiccato intorno alla mezzanotte.

Continue reading

Working Man’s Death

In ogni parte del mondo c’è chi, per sopravvivere, è costretto a fare mestieri impossibili. Dall’Ucraina e gli operai delle miniere illegali di carbone, ai raccoglitori di zolfo indonesiani, dai lavoratori di un mattatoio nigeriano ai demolitori delle petroliere in Pakistan, l’inchiesta scioccante di Glawogger raccoglie testimonianze e immagini sulle peggiori condizioni di lavoro nel mondo.

Continue reading

Verkaufte Heimat : Parte 1 : Brennende Lieb’

Si assiste ad una serie di avvenimenti compresi tra il marzo del 1938 ed il dicembre del 1939. A quell’epoca il regime fascista continuava ad operare nel tentativo di snazionalizzare i sudtirolesi, i quali reagivano con una resistenza egemonizzata dalle parrocchie in un primo momento e dal nazismo a partire dalla seconda metà degli anni Trenta. Nel film vediamo le vicende legate al cambiamento dei cognomi sudtirolesi, alle scuole clandestine, alle difficoltà economiche, all’entusiasmo della popolazione sudtirolese per l’annessione dell’Austria da parte del Reich ed il conflitto del nascente nazismo – alleato con il fascismo – con la cultura cattolica, alla propaganda per le opzioni con i contrasti tra gli optanti ed i “Dableiber”. Libro di Felix Mitterer.

Continue reading

Verkaufte Heimat : Parte 2 : Leb’ wohl, du mein Südtirol

Si assiste ad una serie di avvenimenti compresi tra il marzo del 1940 ed il maggio del 1945. Dopo la pubblicazione dei risultati delle opzioni crescono il successo del movimento nazista, i contrasti tra gli optanti ed i Dableiber, le tensioni tra i nazisti e la cultura cattolica e le azioni anti italiane…

Continue reading

L’incubo di Darwin

Quante volte avete comprato il filetto di pesce persico al supermercato? Sapevate che per farvelo avere fresco e conveniente hanno distrutto il Lago Vittoria, il più grande lago africano? E sapevate che il pesce viene pagato con le armi prodotte da noi e vendute ai signori della guerra? Non lo sapevate? Questo film parla appunto di un pesce, del nostro filetto di pesce persico. E parla anche di guerra, di armi e di povertà…insomma, di globalizzazione, come si dice oggi. Contiene libro.

Continue reading

Canicola

Austria: sei storie si intrecciano in un fine settimana. Fa un caldo infernale. Ci si mette in mutande, in bikini o senza niente addosso. La temperatura sale, così come l’aggressività. Le giornate scorrono pigre, ma le notti sono piene di giochi, canzoni, sesso e violenza. Il film che ha scandalizzato il Festival di Venezia e ha conquistato il Gran premio della Giuria 2001.

Continue reading

La pianista

Erika Kohut, quarantenne, insegnante del Conservatorio di Vienna, rigorosa e severa, dietro gli impermeabili beige e i foulard borghesi cela un abisso di disperazione e passionalità. Frequenta i porno shop, spia le coppiette nei drive in, si pratica mutilazioni ai genitali con una lametta. Finché, improvvisamente, cede alla corte di un avvenente allievo con cui imbastisce, all’ombra di Schubert, una burrascosa relazione. Gran premio della giuria e Palma d’oro ai due protagonisti al Festival di Cannes del 2001.

Continue reading