Notturno

Girato nel corso di tre anni in Medio Oriente sui confini fra Iraq, Kurdistan, Siria e Libano, Notturno racconta la quotidianità che sta dietro la tragedia continua di guerre civili, dittature feroci, invasioni e ingerenze straniere, sino all’apocalisse omicida dell’ISIS. Storie diverse, alle quali la narrazione conferisce un’unità che va al di là delle divisioni geografiche. Tutt’intorno, e dentro le coscienze, segni di violenza e distruzione: ma in primo piano è l’umanità che si ridesta ogni giorno da un Notturno che pare infinito. Notturno è un film di luce dai materiali oscuri della storia.

Continue reading

Last men in Aleppo

Khaled, Mahmoud e Subhi affrontano il caos attorno a loro e il pressante dilemma: fuggire con le proprie famiglie o rimanere e combattere per il loro paese. La scelta ricade nel prestare soccorso come volontari nei Caschi Bianchi della protezione civile, per cercare di salvare le vite di centinaia di vittime nella città assediata durante la guerra civile siriana. Candidato all’Oscar 2018 come miglior documentario

Continue reading

Cafarnao : caos e miracoli = Capharnaüm

Zain ha dodici anni, appartiene a una numerosa famiglia di profughi siriani e dal suo sguardo trapela il dramma vissuto da un intero paese. Siamo a beirut, nei quartieri più disagiati della città. Ma nonostante le difficoltà e il dolore, Zain non perde la speranza ed è pronto a ribellarsi al sistema, portando in tribunale i suoi stessi genitori con l’accusa di averlo messo al mondo … Vincitore del Premio per la Regia al Festival di Cannes 2018, Cafarnao è un grande film sull’infanzia e sull’importanza di viverla.

Continue reading

Mektoub, my love : canto uno

Amin, un aspirante sceneggiatore che vive a Parigi, ritorna per l’estate nella sua città natale, una comunità di pescatori del sud della Francia. Occasione per ritrovare la famiglia e gli amici d’infanzia. Accompagnato da suo cugino Tony e dalla sua migliore amica Ophelie, Amin passa il suo tempo tra il ristorante di specialità tunisine dei suoi genitori, e i bar del quartiere e la spiaggia frequentata dalle ragazze in vacanza. Incantato dalle numerose figure femminili che lo circondano, Amin resta soggiogato da queste sirene estive, all’opposto del suo cugino dionisiaco che si getta nell’euforia dei corpi. Munito della sua macchina fotografica e guidato dalla luce eclatante della costa Mediterranea, Amin porta avanti la sua ricerca filosofica lanciandosi nella scrittura delle sue sceneggiature. Ma quando arriva il tempo dell’amore, solo il destino, solo il mektoub può decidere…

Continue reading

Zootropolis

Zootropolis è una metropoli moderna che accoglie animali di ogni tipo ed è composta da vari quartieri differenti, come l’elegante Sahara Square e la gelida Tundratown. In questa città gli animali vivono serenamente, tutti insieme, a prescindere dalla razza a cui appartengono. La simpatica e gentile coniglietta Judy Hopps, la prima coniglietta nelle forze di polizia della città, è alle prese con il suo primo caso per il quale dovrà collaborare arre con la volpe Nick Wilde, vero genio della truffa …

Continue reading

Much loved : Amate, molto amate, troppo amate

Noha, Randa, Soukaina, Hlima vivono nella moderna Marrakech dove offrono amore a pagamento. Vitali, gioiose e unite dalla complicità, queste donne affermano la loro emancipazione lottando contro la quotidiana violenza di una società che al tempo stesso le sfrutta e le condanna …

Continue reading

Omicio al Cairo = The Nile Hilton Incident

Il Cairo, la Primavera araba è alle porte. Noredin Mustafa è un detective della polizia incaricato di indagare sull’assassinio di una famosa cantante trovata cadavere in una camera del Nile Hilton. Improvvisamente gli viene ordinato di archiviare il caso ma lui non demorde …

Continue reading

London river

7 Luglio 2005. Pochi minuti prima delle 9 del mattino, e poi esattamente ancora un’ora dopo, a Londra esplodono quattro bombe, uccidendo cinquantasei persone e ferendone settecento. Mrs. Sommers, che vive su un’isola della manica, parte alla ricerca di sua figlia , studentessa nella capitale. Nello stesso momento, Ousmane, impegnato nella tutela del patrimonio forestale, parte dall’Africa per ritrovare suo figlio, sempre a Londra …

Continue reading

L’insulto = L’insulte

Un litigio nato da un banale incidente porta in tribunale Toni, libanese cristiano, e Yasser, rifugiato palestinese. La semplice questione privata tra i due si trasforma in un conflitto di proporzioni incredibili, diventando poco a poco un caso nazionale, un regolamento di conti tra culture e religioni diverse con colpi di scena inaspettati …

Continue reading

Madri

Raccolta di testimonianze di vita, momenti quotidiani, filmati di repertorio e materiale video privato di madri israeliane e palestinesi, tutte di estrazione culturale e sociale differente, ma che sono accomunate dal vivere nel terrore di non veder rientrare a casa i propri figli …

Continue reading

Io sto con la sposa : storia di un matrimonio

Un poeta palestinese siriano e un giornalista italiano incontrano a Milano cinque palestinesi e siriani sbarcati a Lampedusa in fuga dalla guerra, e decidono di aiutarli a proseguire il loro viaggio clandestino verso la Svezia. Per evitare di essere arrestati come contrabbandieri però, decidono di mettere in scena un finto matrimonio coinvolgendo un’amica palestinese che si travestirà da sposa, e una decina di amici italiani e siriani che si travestiranno da invitati. Così mascherati, attraverseranno mezza Europa, in un viaggio di quattro giorni e tremila chilometri. Un viaggio carico di emozioni che oltre a raccontare le storie e i sogni dei cinque palestinesi e siriani in fuga e dei loro speciali contrabbandieri, mostra un’Europa sconosciuta. Un’Europa transnazionale, solidale e goliardica che riesce a farsi beffa delle leggi e dei controlli della Fortezza con una mascherata che ha dell’incredibile, ma che altro non è che il racconto in presa diretta di una storia realmente accaduta sulla strada da Milano a Stoccolma tra il 14 e il 18 novembre 2013.

Continue reading

Autoritratto siriano = Eau argentée = Ma’a al-Fidda

Mohammed, un regista siriano esiliato a Parigi, segue le vicende della sua nazione attraverso internet con apprensione. Quando una giovane regista curda di Homs ko contatta chiedendogli “Se avessi una videocamera, cosa vorresti filmare?”, sente che è il momento di agire … Un documentario duro e appassionante.

Continue reading

Dustur

Nella biblioteca del carcere Dozza di Bologna, insegnanti e volontari hanno organizzato un corso scolastico sulla Costituzione italiana in dialogo con le primavere arabe e le tradizioni islamiche. I partecipanti sono prevalentemente detenuti musulmani: alcuni di loro sono giovanissimi e al primo reato, altri hanno alle spalle molti anni di carcere. A tenere le fila del corso c’è Ignazio, un volontario religioso che ha vissuto per molti anni in Medio Oriente. Al suo fianco c’è il giovane mediatore culturale musulmano Yassine. Mentre nella biblioteca del carcere, incontro dopo incontro, ospite dopo ospite si discute e si affrontano i principi e i valori che hanno animato la nascita della Costituzione, fuori, Samad, un giovane ex detenuto marocchino, vive l’attesa di un fine pena che tarda ad arrivare. Sarà l’ultimo ospite del corso, che tornerà dentro per partecipare alla discussione e alla scrittura di un dustur ideale (una Costituzione)…

Continue reading

La sposa bambina = I am Nojoom, age 10 and divorced = Ana Nojoom bent alasherah wamotalagah

Una bambina entra in un’aula di un tribunale, guarda il giudice dritto negli occhi e gli dice: “Voglio il divorzio”. Nello Yemen, dove non sono previsti limiti di età per poter contrarre matrimonio, una bambina di 10 anni di nome Nojoom è costretta a sposare un uomo di 30 anni. La dote derivante dal matrimonio fornisce alla famiglia della bambina la possibilità di ricevere una piccola entrata economica e l’opportunità di liberarsi di una bocca in più da sfamare. Per tutti si tratta di un accordo legittimo e soddisfacente: per tutti tranne che per Nojoom…

Continue reading

The idol = Ya Tayr El Tayer

Mohummad Assaf ha il dono di una voce straordinaria e la sorella maggiore Nour lo sprona a credere in se stesso. Ma nella miseria di Gaza è difficile anche solo sognare di emergere. Quando Nour muore perché la famiglia di Assaf non dispone dei soldi necessari per le cure, Assaf piomba nella tristezza più cupa. Dodici anni dopo, la prospettiva di partecipare ad Arab Idol e vincerlo diventa una ragione di vita…

Continue reading

Eco de femmes : l’eco di una buona economia

Le esperienze ed i desideri professionali e di vita di sei donne delle zone rurali del Marocco e della Tunisia: Zina, Cherifa, Halima, Fatima, Amina e Jamila hanno il comune obiettivo di creare delle cooperative agricole che coniughino gli antichi saperi contadini e manifatturieri femminili con lo sviluppo di nuovi prodotti e strategie di mercato: attraverso le loro testimonianze, si scoprirà come il lavoro in cooperativa abbia concretamente trasformato la loro vita individuale e di comunità.

Continue reading

Checkpoint Rock : canciones desde Palestina

A través de la música, Fermín Muguruza y Javier Corcuera nos abren los ojos a una cultura que intenta sobrevivir bajo las bombas. El rap, el rock y la música tradicional son el hilo conductor de la historia de cada uno de estos protagonistas … Checkpoint rock es un viaje de contrastes que cambiará la visión que tenemos de este pueblo en conflicto para desvelarnos los sueños, frustraciones y esperanzas de los palestinos.

Continue reading

Timbuktu

Timbuktu, antica capitale ricca di risorse e di cultura, caduta in mano ad arabi integralisti che impongono una lettura estrema dell’Islam, deve sottomettersi alle nuove leggi che vietano la musica, lapidano gli amanti, impongono i guanti alle donne e hanno addirittura proibito l’uso del pallone. Sissako racconta la tragedia con gli accenti più diversi e costruisce un film corale, con alcuni momenti quasi da commedia, nel quale l’indignazione lascia spazio al divertimento…

Continue reading

Il padre = The cut

Mardin, 1915: una notte, la polizia turca rastrella tutti gli uomini armeni della città, compreso il giovane fabbro Nazaret Manoogian, separandolo dalla sua famiglia. Anni dopo, sopravvissuto agli orrori del genocidio, Nazaret riceve la notizia che le sue due figlie sono ancora vive. Ossessionato dall’idea di ritrovarle si mette sulle loro tracce. La sua ricerca lo conduce dai deserti della Mesopotamia all’Avana, fino ad arrivare alle praterie aride e desolate del Nord Dakota. Nel corso della sua odissea incontra una serie di personaggi, figure angeliche e generose, ma anche l’incarnazione del diavolo…

Continue reading

Sotto le bombe = Sous les bombes

Nell’estate 2006, mentre sul Libano piovono bombe, una donna va verso il sud del paese alla ricerca del figlio. E’ accompagnata da un tassista che ha accettato il rischioso viaggio dietro un’adeguata ricompensa. Zeina, sciita libanese, è rientrata da Dubai, dove era emigrata, solo nella speranza di riuscire a salvare il figlio. Toni, cristiano, sarebbe felice di poter raggiungere il fratello in Israele. Lo scenario di morte che li circonda fa sì che tra due esseri pur così diversi forse nasca un amore.

Continue reading

La bicicletta verde = Wadjda

Riyadh. Wadjda ha un grande sogno: poter comprare la bicicletta verde che fa capolino dalla vetrina del negozio di giocattoli davanti al quale passa tutti i giorni; ma alle ragazze è proibito andare in bicicletta e deve escogitare un piano per trovare il denaro necessario a comprarla. L’occasione le viene servita su un piatto d’argento quando viene indetto un concorso in cui i concorrenti devono recitare alcuni capitoli del Corano…

Continue reading

God save the green

Dal 2007 la popolazione che abita nelle città ha superato quella insediata nelle campagne. Eppure, proprio oggi, riemerge prepotentemente il bisogno degli uomini di immergere le mani nella terra. Esistono orti sui tetti di grattacieli e palazzi, esistono giardini negli slum, campi coltivati ai margini delle periferie disagiate e impoverite, orti nei sacchi di juta e nelle bottiglie di plastica riciclate. “God Save the Green” racconta alcune di queste esperienze…

Continue reading

Tomorrow’s land : how we decided to tear down the invisible wall

At-Tuwani è un piccolo villaggio palestinese di pastori incastrato nelle aride colline a sud-est di hebron, Area C della West Bank a controllo amministrativo e militare israeliano. Sotto costante minaccia di evacuazione dal 1999, il villaggio è oggetto di ripetuti attacchi da parte dei coloni che vivono nel vicono avamposto di Havat Ma’on e nell’insediamento di Ma’on. In risposta a tutto questo consolidato sistema di ingiustizie, da dieci anni è nato il Comitato di resistenza popolare, diretta espressione della rivolta della classe contadina locale e contemporaneamente potente destabilizzatore dei meccanismi di controllo e repressione attuati dall’occupazione israeliana. L’esperimento politico dal basso di At-Tuwani mette in mostra come le radici dell’odierna società palestinese attraversino una fase di profondo mutamento. Con il supporto e la collaborazione di attivisti israeliani e di gruppi internazionali, il movimento sta crescendo e si sta affermando come uno dei possibili percorsi per costruire ed immaginare un nuovo futuro.

Continue reading

Mille mesi = Mille mois

Marocco 1981. Mehdi, sette anni, vive con sua madre Amina e suo nonno Ahmed, in un villaggio nella regione dell’Atlante. Il padre è in prigione per motivi politici ma, per proteggerlo, Amina e Ahmed gli raccontano di un viaggio in Francia. A scuola Mehdi è coccolato dall’insegnante che gli affida il compito di custodire la sedia. Privilegio che suscita la gelosia dei compagni. Attraverso questo oggetto il bambino instaura e vive i rapporti con gli altri e col mondo. Ma il fragile equilibrio della sua vita rischia ogni giorno di andare in frantumi. Mille mesi è la storia di un’assenza e un racconto di formazione, un film intenso e emozionante. Selezionato a Cannes nella sezione Un certain regard, vincitore del Premio ‘Le Premier Regard’ e ‘Prix de la Jeunesse’.

Continue reading

La sposa siriana = Hacala Hasurit = The syrian bride

Per Mona, il giorno delle nozze è paradossalmente il più triste della sua vita. Sposando Tallel, una star della televisione siriana che lei nemmeno conosce, la donna sa che non potrà più rivedere la famiglia, residente in un villaggio sulle alture del Golan, occupato da Israele. Accanto a Mona ci sono il padre, un anziano combattente per l’indipendenza del Golan e la sorella Amal, donna di moderne vedute che si ritrova intrappolata nelle tradizioni e nella propria cultura. Una commedia amara sul potere dei confini, fisici, mentali ed emotivi.

Continue reading

I sogni dei passeri : La vita a Baghdad dopo l’invasione americana

Cinque registi iracheni conducono un’inchiesta attraverso l’Iraq del dopo Saddam Hussein, alle prese con l’occupazione americana. I cittadini iracheni incontrati per le strade di Baghdad e Falluja spiegano cos’è per loro la democrazia, chi era Saddam Hussein, chi sono gli americani e cosa stanno facendo per il loro paese, il ruolo delle organizzazioni umanitarie internazionali, il petrolio.

Continue reading