Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano

A 13 anni Momo si ritrova abbandonato a se stesso, gli resta un unico amico: Monsieur Ibrahim, il bottegaio arabo di rue Bleu. Ma le apparenze a volte ingannano: rue Bleu non è blu, l’arabo non è arabo e forse la vita non è necessariamente triste. Dall’omonimo romanzo di Eric Emmanuel Schmitt.

Continue reading

Piccoli ladri = Sag-haye velgard

In una Kabul devastata dalla guerra, i piccoli Zahed e Gol Gothi vivono di espedienti in compagnia di un cane randagio. La madre è in carcere con l’accusa di adulterio, il padre con quella di essere un guerrigliero taliban. Con la compiacenza di alcune guardie vanno a dormire con la madre ma una sera trovano la porta sbarrata su ordine del direttore che nega l’alloggio in carcere a chi non ha commesso alcun reato. Decidono così di darsi al furto senza successo finché un giorno, in un cinema del bazar, vedono Ladri di biciclette…

Continue reading

La dignità degli ultimi = La dignidad de los nadies

La dignidad de los nadie è la seconda parte di un’operazione cominciata da Solanas nel 2004 con il documentario Memoria del saqueo. Il film racconta le conseguenze della rivolta popolare argentina cominciata con la presidenza Kirchner per arrivare agli esperimenti di autogestione del popolo. Nelle parole del cineasta, “…è la testimonianza di coloro che resistono e che cercano di inventarsi qualcosa per superare la crisi degli anni novanta in Argentina”.

Continue reading

Ayurveda : Arte di vivere arte di guarire

Un grande regista indiano racconta la scienza del vivere e del guarire. Non troverete qui la rifrittura new age che ormai infesta l’occidente, quelle misure fai-da-te di spiritualità orientale, guru imparaticci, buddhismo per donne in carriera, Ganesh sulla t-shirt e bandierine tibetane. Questo è un viaggio appassionato e documentato che incontra i grandi terapeuti dell’ayurveda e li guarda lavorare nei luoghi dove la disciplina è nata ed è cresciuta per millenni, stratificandosi e correggendosi nel passaggio severo da maestro a studente. E’ l’India per viaggiatori, non per turisti, confronto vero con qualcosa che non smette di essere lontano e irriducibile. Contiene un’intervista a Swami Joythimayananda. – Contiene libro.

Continue reading

Verkaufte Heimat : Parte 1 : Brennende Lieb’

Si assiste ad una serie di avvenimenti compresi tra il marzo del 1938 ed il dicembre del 1939. A quell’epoca il regime fascista continuava ad operare nel tentativo di snazionalizzare i sudtirolesi, i quali reagivano con una resistenza egemonizzata dalle parrocchie in un primo momento e dal nazismo a partire dalla seconda metà degli anni Trenta. Nel film vediamo le vicende legate al cambiamento dei cognomi sudtirolesi, alle scuole clandestine, alle difficoltà economiche, all’entusiasmo della popolazione sudtirolese per l’annessione dell’Austria da parte del Reich ed il conflitto del nascente nazismo – alleato con il fascismo – con la cultura cattolica, alla propaganda per le opzioni con i contrasti tra gli optanti ed i “Dableiber”. Libro di Felix Mitterer.

Continue reading

Verkaufte Heimat : Parte 2 : Leb’ wohl, du mein Südtirol

Si assiste ad una serie di avvenimenti compresi tra il marzo del 1940 ed il maggio del 1945. Dopo la pubblicazione dei risultati delle opzioni crescono il successo del movimento nazista, i contrasti tra gli optanti ed i Dableiber, le tensioni tra i nazisti e la cultura cattolica e le azioni anti italiane…

Continue reading

Dumbries de Col de Flam

Alexander Stevens si reca a Ortisei in Val Gardena per cercare notizie su suo nonno, scomparso misteriosamente durante la Prima Guerra Mondiale. Durante le sue ricerche conoscerà per caso i fratelli Tom e Giuani Trivel, che daranno una svolta interessante alle indagini…

Continue reading

Mille mesi = Mille mois

Marocco 1981. Mehdi, sette anni, vive con sua madre Amina e suo nonno Ahmed, in un villaggio nella regione dell’Atlante. Il padre è in prigione per motivi politici ma, per proteggerlo, Amina e Ahmed gli raccontano di un viaggio in Francia. A scuola Mehdi è coccolato dall’insegnante che gli affida il compito di custodire la sedia. Privilegio che suscita la gelosia dei compagni. Attraverso questo oggetto il bambino instaura e vive i rapporti con gli altri e col mondo. Ma il fragile equilibrio della sua vita rischia ogni giorno di andare in frantumi. Mille mesi è la storia di un’assenza e un racconto di formazione, un film intenso e emozionante. Selezionato a Cannes nella sezione Un certain regard, vincitore del Premio ‘Le Premier Regard’ e ‘Prix de la Jeunesse’.

Continue reading

La sposa siriana = Hacala Hasurit = The syrian bride

Per Mona, il giorno delle nozze è paradossalmente il più triste della sua vita. Sposando Tallel, una star della televisione siriana che lei nemmeno conosce, la donna sa che non potrà più rivedere la famiglia, residente in un villaggio sulle alture del Golan, occupato da Israele. Accanto a Mona ci sono il padre, un anziano combattente per l’indipendenza del Golan e la sorella Amal, donna di moderne vedute che si ritrova intrappolata nelle tradizioni e nella propria cultura. Una commedia amara sul potere dei confini, fisici, mentali ed emotivi.

Continue reading

La foresta dei pugnali volanti

Nell’antica Cina la fiorente dinastia dei Tang sta subendo un drammatico declino. Il paese è sconvolto dalle sommosse e dalle razzie. Il governo corrotto dell’Imperatore cerca di arginare i ribelli che si stanno organizzando in bande. La più pericolosa è quella della Casa dei Pugnali Volanti capeggiata da un misterioso capo. Intrighi di palazzo, duelli senza esclusione di colpi, favolosi balletti, battaglie incredibili e un’appassionante storia d’amore fanno da sfondo a un’avventura senza tempo.

Continue reading

Sacrificio : Chi ha tradito Che Guevara?

Quando nell’ottobre 1967 Ernesto “Che” Guevara viene catturato e ucciso nella giungla boliviana, due personaggi salgono alla ribalta della storia: il traditore Ciro Bustos e l’eroe fedele Régis Debray. Ma come andarono veramente le cose? Il film riapre l’indagine sulla misteriosa morte del Che, in una “caccia ai sopravvissuti” ricca di testimonianze scomode, colpi di scena e documenti inediti, e invita a cercare un nuovo modo di fare la Storia, lontano dalla facile tentazione del mito. Contiene libro.

Continue reading

L’incubo di Darwin

Quante volte avete comprato il filetto di pesce persico al supermercato? Sapevate che per farvelo avere fresco e conveniente hanno distrutto il Lago Vittoria, il più grande lago africano? E sapevate che il pesce viene pagato con le armi prodotte da noi e vendute ai signori della guerra? Non lo sapevate? Questo film parla appunto di un pesce, del nostro filetto di pesce persico. E parla anche di guerra, di armi e di povertà…insomma, di globalizzazione, come si dice oggi. Contiene libro.

Continue reading

Primavera in Kurdistan

Il regista Stefano Savona raggiunge il nord dell’Iraq poco dopo la caduta del regime di Saddam Hussein. Se per i curdi dell’Iraq è iniziata una nuova era, la lotta per il riconoscimento dell’identità del popolo curdo in Turchia entra in una fase ancora più difficile. Il regista intraprende un viaggio lungo un mese insieme a un’unità di combattenti del PKK per raggiungere il confine con la Turchia. Durante il viaggio, fatto di lunghe marce tra panorami meravigliosi e incontaminati di montagna, il gruppo passerà qualche giorno in un campo femminile nel quale si preparano le combattenti alla lotta per la libertà e si educano gli uomini a una mascolinità rispettosa del ruolo femminile nella società. Raggiunto il confine, i guerriglieri vanno incontro alla loro guerra e, in molti casi, alla morte. L’intero viaggio è narrato dal punto di vista di Akif, curdo figlio di emigrati in Germania, che ha lasciato l’Europa per ricercare le proprie origini e lottare per il suo popolo.

Continue reading

Roger & Me

Nel 1989 Michael Moore irrompe trionfalmente sulla scena cinematografica americana con questo film, divertente e acuto precursore del movimento dei film indipendenti. Moore cerca con caparbietà e senso dell’umorismo di fare ciò che ogni lavoratore vorrebbe: parlare con il grande capo. I suoi sforzi per incontrare il presidente della General Motors, Roger Smith, fanno da cornice a un film, in cui Roger Moore si fa paladino della gente contro il profitto e propone una satira intelligente del mondo industriale statunitense.

Continue reading

Wszystko na sprzedaz = Tutto in vendita

Una sera, a Londra, stavo discutendo l’idea di un film così con David Mercier, che conosceva bene Zbignew Cybulski. Abbiamo passato una piacevole serata ricordando i numerosi aneddoti attorno ai quali avremmo potuto costruire la trama. Quado la notte tornai nella mia stanza d’albero mi chiamò Roman Polanski per dirmi che Zbignew era morto. La sua morte, proprio in quella particolare notte mi sembrò quasi irreale, come se fosse una scena del film a cui stavo pensando… I personaggi del mio film ricalcano le sue orme…Zbignew era entrato nelle loro vite – nelle nostre vite! – disturbandole in qualche modo e scuotendole. Era una specie di sognatore e spero che ciò risulti dal mio film. (Andrzej Wajda)

Continue reading

Ziemia obiecana = La Terra della grande promessa

1880, a Lodz, all’inizio della rivoluzione industriale quando la Polonia non esiste né come nazione né come stato, tre amici (il polacco Borowiecki, il tedesco Baum e l’ebreo Welt) vogliono aprire una fabbrica tessile e, abbandonando scrupoli e pregiudizi, gettarsi nella mischia della corsa al denaro e al potere. Da un romanzo (1899) di Wladislaw Reymont, A. Wajda trae un dramma storico di ribollente vitalità e di disordinati fermenti, raccontato con slancio partecipe, distanza critica, lucida attenzione, personaggi scolpiti con potenza balzachiana.

Continue reading

Krajobraz po bitwie = Paessaggio dopo la battaglia

L’8 Maggio 1945, a guerra finita, gli internati di un campo di concentramento nella Germania nazista sono trasferiti dagli americani in una caserma delle SS che funziona da campo di raccolta e smistamento. Tra loro c’è Tadeusz, giovane intellettuale polacco che stringe un’amorosa amicizia con l’ebrea Nina. Dopo la sua morte accidentale e assurda, Tadeusz decide di tornare in Polonia. Ispirato ai racconti di Tadeusz Borowski (1922-51), sopravvissuto ai campi di sterminio, Wajda torna con un film dolente, lucido, disincantato, ma non disperato, non privo di riferimenti incomprensibili per uno straniero (o un polacco di corta memoria storica).

Continue reading

Panny z wilka = Le signorine di Wilko

Nei primi anni ’30, Viktor Ruben torna per un breve periodo a Wilko, dove è cresciuto e dove, 15 anni prima, aveva trascorso un periodo felice. Victor è alla ricerca di ricordi, ma il tempo ha lasciato il segno anche sulle donne di Wilko: la bella Fela è morta, Kazia è divorziata e vive con il figlio, Julia e Jola hanno sposato uomini che non amano, solo Tunia, la più giovane, è ancora nubile…

Continue reading

Salvador Allende

La figura di Salvador Allende rimane, nella mente di molti, luminosa e significativa. I suoi 1000 giorni di governo sono lo sforzo appassionato di costruire una società più giusta ed egualitaria usando gli strumenti della partecipazione, del dialogo, del consenso informato, cioè gli strumenti della (autentica) democrazia. Un eroe del nostro tempo, più che mai attuale. Perché il suo tentativo fu schiacciato dal braccio armato di quel liberismo tetro che oggi vuole imporsi come “democrazia esportata”. Ma nei due film del regista cileno Patricio Guzmán non ci sono solo affetto e reverenza, c’è tutto il dramma di un fallimento che interrogò e continua a interrogare profondamente chiunque non abbia smesso di credere nella possibilità di un mondo meno ingiusto. Allegato libro Compañero presidente: a cura di Danilo Manera. Contiene anche contenuto speciale: La memoria ostinata di Patricio Guzmán.

Continue reading

Route 181 : Frammenti di un viaggio in Palestina – Israele

Estate 2002. Il cineasta palestinese Michel Khleifi e il cineasta israeliano Eyal Sivan partono per un viaggio cinematografico a due nel loro paese, Palestina-Israele. Affidandosi alla casualità degli incontri, danno la parola a donne e uomini, israeliani o palestinesi, giovani o anziani, civili o militari…colti nella loro vita di tutti i giorni. Contiene: Sud / 85′ + 20′ (Bonus). – Nel sud del paese, dalla città portuale di Ashdod a Beit Herzl, Hulda. Centro / 103′ + 35′ (Bonus). – Da Lod a Betlemme. Nord / 85′ + 40′ (Bonus). – Da Rosh A’Ayin a Rihanya alla frontiera con il Libano. Bonus / 70′ + cartografia e documenti. – Materiali di completamento al film: scene inedite, cartografia, intervista agli autori, ecc.

Continue reading

Moolaadé

In un villaggio africano una donna ospita quattro ragazzine che si sono rifuggiate da lei per sfuggire alla Salindé, la mutilazione genitale rituale. Così due tradizioni, due “giustizie” si affrontano e ci tengono inchiodati in attesa della soluzione del dramma, come in una tragedia classica. Una delle più grandi voci dell’Africa, Ousmane Sembene, sembra dirci, con la grazia di un racconto di villaggio e la forza di un dramma eschileo, cha la risposta dell’Africa sta nella radice della sua cultura, nella forza del Moolaadé (protezione), più che nell’inseguimento dei modi occidentali. Allegato libro Moolaadé : La forza delle donne: a cura di Daniela Colombo e Cristiana Scoppa.

Continue reading

Una storia americana = Capturing the Friedmans

Un film su un caso di pedofilia. Un capolavoro del cinema documentario. Una tranquilla, esemplare famiglia americana, la polizia che irrompe ed arresta il padre… Senza giudicare e senza prendere posizione, il film scava a fondo nella devastazione dell’abuso e della connivenza. Non c’è bisogno di scoprire se il padre alla fine sia davvero colpevole, se il figlio abbia partecipato ai macabri giochi o se tutto sia soltanto una macchinazione. L’importante è che il film ci costringe a guardare. Tra gli extra, una lunga intervista a Gustavo Pietropolli Charmet, psicanalista dell’adolescenza e psichiatra. Allegato libro La fabbrica dei mostri : un caso di panico morale negli Stati Uniti: Fabrizio Tonello.

Continue reading

Enron = Enron : The Smartest Guys in the Room

La più grande bancarotta nella storia del capitalismo. Esilarante, spettacolare. Un film che racconta, con il passo di una commedia nera, la parabola degli uomini Enron: gli amici di Bush, la nuova razza di capitalisti, celebrati dai cantori della new economy, presi a modello nelle business school di tutto il mondo. La Enron cresce in pochi anni da far spavento e sul mercato vale 60 miliardi di dollari. Poi un giovane giornalista comincia a indagare… Allegato libro Enron : delitto e castigo di Nicola Borzi.

Continue reading

Paradise now

Riusciremo mai a capire? Uomini e donne giovani che si caricano i fianchi e il petto di esplosivo e, coscientemente, vanno a farsi saltare in aria cercando di ferire, mutilare, uccidere quante più persone possono. Scelgono di farlo senza nessuna pressione Eppure sono uomini e donne del nostro tempo, alcuni sono cresciuti in mezzo a noi, nelle nostre città. Premio Amnesty International e Golden Globe come Miglior Film Straniero. Allegato libro Paradiso adesso: testi di Amos Oz e Christoph Reuter.

Continue reading

Arizona Dream

Un giovane catalogatore di pesci sogna di vivere come un esquimese e si ritrova invece a vendere Cadillac in Arizona. Uno zio tenta di convertirlo al sogno americano, tutto soldi e successo. L’incontro e l’amore per la spensierata Elaine che sogna di volare sui trabiccoli. Uno sguardo sugli Usa miracolosamente capace di meravigliarci. Contiene DVD con contenuti speciali.

Continue reading

Il sapore della ciliegia

Un uomo ha deciso di darsi la morte e cerca qualcuno che, dietro compenso, gli dia una mano. Due giovani, un soldato curdo e un seminarista afgano, rifiutano la sua proposta. Un anziano contadino di origine turca cerca di dissuaderlo, ma l’accetta. Finale in sospeso, con una sorta di “postscriptum” metacinematografico che, come in altri film di A. Kiarostami, sottolinea la finzione del racconto. Sembra un film monocorde e cupo e forse lo è. Ma che leggerezza, che trasparenza, che intensità. Semplice come il sapore della ciliegia. Per chi sappia ascoltarlo questo film sul suicidio ispira una serenità disperatamente laica. Palma d’oro al Festival di Cannes 1997.

Continue reading

Fragola e cioccolato = Fresa y chocolate

Cuba 1979. L’Avana. La storia dell’incontro tra David, un giovane militante comunista ed un omosessuale, Diego, raffinato conoscitore della cultura nazionale. Una commedia agrodolce, ironica e leggera per affermare la libertà delle idee. Fragola e cioccolato sono i gusti preferiti rispettivamente dai gay e dai “veri machi”.

Continue reading

Uncovered : La guerra in Iraq = Uncovered : the war on Iraq

Il film di Robert Greenwald raccoglie le testimonianze e i documenti necessari per rispondere alla domanda: Quali sono le ragioni di questa guerra? E chiarisce come, dopo l’11 settembre 2001, abbia prevalso la strategia neo conservatrice del ristretto ma influente gruppo di sostenitori del presidente Bush. Il film non rappresenta una teoria cospiratrice ma esplora nel dettaglio chi sono i neocons e la natura della ideologia che ha portato alla guerra in Iraq, il ruolo che gli informatori hanno ricoperto in questo processo, l’enorme influenza che hanno sul governo Usa e come furono in errore su tutti i punti chiave. Il film rappresenta un punto di vista critico importante per comprendere gli aspetti e le dinamiche messe in moto per arrivare a questa guerra.

Continue reading

Aspettando la felicità

Nouadhibou è un piccolo villaggio di mare sulla costa della Mauritania. Tra i suoi edifici imbiancati a calce e le sue canzoni melodiche tramandate di generazione in generazione, le vite si intrecciano in attesa di un’ipotetica felicità… Premio Fipresci della Critica Internazionale a Cannes 2002.

Continue reading

Looking for Fidel

Oliver Stone ci offre la possibilità di guardare nel quotidiano una vera personificazione del potere, ma come nella tradizione del grande documentario civile, non offre facili soluzioni. A noi che vediamo i gesti, le incertezze, le pose studiate sul volto dell’anziano líder máximo, a noi, ancora una volta, il giudizio. Allegato libro Fidel revisited: Carlo Feltrinelli, Aldo Garzia.

Continue reading

Addio mio concubina

Cina 1925-1977. Mezzo secolo di storia cinese e il lungo e tormentato amore di Qui Douzi e di Shitou, attori dell’opera di Pechino. Sullo sfondo l’invasione giapponese, l’egemonia del partito nazionalista, l’avvento dei comunisti al potere, la Rivoluzione Culturale. Qui Douzi e di Shitou si rincontreranno per l’ultima rappresentazione del loro cavallo di battaglia: Addio mia concubina. La realtà si mescolerà alla finzione. Palma d’Oro Festival di Cannes 1993.

Continue reading

2001 : Odissea nello spazio

2001 Odissea nello spazio è un conto alla rovescia per il domani, un’irresistibile interpretazione della lotta dell’uomo contro la macchina, un caposaldo così fondamentale che Steven Spielberg lo considera il “Big Bang” dal quale ha tratto origine la sua generazione di cineasti. Forse è il capolavoro di Kubrick regista che ne ha anche steso la sceneggiatura in collaborazione con Arthur C. Clarke. Lasciate che l’inquietante mistero di un viaggio diverso da tutti gli altri abbia inizio.

Continue reading

Comandante

Oliver Stone ci offre la possibilità di guardare nel quotidiano una vera personificazione del potere, ma come nella tradizione del grande documentario civile, non offre facili soluzioni. A noi che vediamo i gesti, le incertezze, le pose studiate sul volto dell’anziano líder máximo, a noi, ancora una volta, il giudizio. Allegato libro Fidel revisited: Carlo Feltrinelli, Aldo Garzia.

Continue reading

The agronomist

Ci sono donne e uomini che non sanno tacere, non sanno piegarsi. Nella loro ostinazione a denunciare il sopruso sembra incarnarsi la vera dignità del nostro stare al mondo. Jean Dominique e sua moglie Michèle Montas, con la loro Radio Haiti-Inter sono stati, per più di 30 anni, l’unica voce libera in un paese devastato dalle dittature. Furono minacciati, aggrediti, picchiati, la radio saccheggiata, i collaboratori uccisi. Dominique fu costretto all’esilio. Tornò e fu accolto come un eroe da una folla immensa. Ricominciò a raccontare la sua Haiti, con intelligenza, coraggio, humour. Il 3 aprile 2000 fu ucciso, davanti alla sua radio. I mandanti non sono mai stati identificati. Contiene libro : L’isola d’acqua : Haiti: storia e musica, ferite e sogni. Allegato libro L’isola dell’acqua : Haiti: storie e musica, ferite e sogni: a cura di Danilo Manera.

Continue reading

Attraverso l’India : In viaggio sui treni dei maharaja

Era il 1850 quando per la prima volta il fischio di una locomotiva squarciç il silenzio delle pianure indiane. Da allora questo immenso Paese non è più lo stesso. Oltre 65 mila chilometri di strada ferrata, e più di 7000 stazioni ne hanno cambiato il volto per sempre. Nell’era dei treni ad alta velocità, questo è un omaggio alle “signore dei binari”: le locomotive a vapore. Da Madras alle pendici dell’Himalaya tutti conoscono le Bellezze Nere, come le chiamano da queste parti. Molti sono i riti che accompagnano il passaggio di questi cimeli storici, protagonisti di un’epoca in cui il viaggio era ancora un evento magico e ci si ritrovava in carrozza senza aver fretta di arrivare.

Continue reading

Tabù-Gohatto

Giappone, 1865. Il paese è sull’orlo della guerra civile. I samurai fedeli alla tradizione addestrano alcuni giovani al Gohatto, severo codice dell’onore e della guerra. L’arrivo di un ragazzo attraente e sprezzante della morte, e il misterioso omicidio di un samurai, sconvolgono quel mondo governato da un cerimoniale antico e da una gerarchia rigidissima. Dal maestro indiscusso dell’erotismo, Nagisa Oshima, con Takeshi Kitano e la splendida colonna sonora di Ryuichi Sakamoto, un film sospeso tra storia e leggenda, un affresco in cui seduzione e passione si mescolano alle arti della lotta e della guerra.

Continue reading

Ritorno a casa

Gilbert Valence è un attore di grande talento. La sua carriera è al culmine, la vita sentimentale felice e serena. Ma una sera un evento tragico e inaspettato sconvolge la sua esistenza. Per Gilbert è l’inizio di una vita diversa. Uno straordinario Michel Piccoli, affiancato da Catherine Deneuve e John Malkovich, in una storia in cui la gravità del destino è sconfitto dalla “leggerezza” degli uomini.

Continue reading

Happiness

Storia di tre sorelle, alle prese con problemi familiari e sessuali. Una è stata “maledetta” dall’uomo che ha respinto; un’altra, apparentemente felice, non sospetta che il suo psichiatra ha delle mire sugli amichetti della figlia undicenne; la terza è l’oggetto dei desideri di un paziente del terapeuta pedofilo. Nel frattempo i loro genitori, dopo quarant’anni di matrimonio felice, decidono di separarsi. Un film che racconta in modo lucido e distaccato la borghesia americana e le sue miserie. Premio internazionale della critica al Festival di Cannes 1998.

Continue reading

Risorse umane

Laureato in economia aziendale, Frank torna a casa per frequentare uno stage nella stessa fabbrica in cui il padre lavora come operaio. Assegnato al reparto Risorse umane, il giovane manager non tarderà a rendersi conto che il suo piano per l’applicazione delle trentacinque ore verrà utilizzato per ristrutturare l’azienda e licenziare alcuni lavoratori, tra cui suo padre.

Continue reading

Abc Africa

Nel marzo 2000 Abbas Kiarostami e il suo assistente Seifollah Samadian sono stati a Kampala per conto dell’Ifad (Fondo Internazionale per lo sviluppo dell’agricoltura). Con le loro telecamere hanno ripreso i bambini africani che hanno perso i genitori a causa dell’Aids. Il documentario è una testimonianza di come l’Africa, attraverso le lacrime e il silenzio, ma anche con le risate e la musica, riesca a far convivere la vita e la morte.

Continue reading

Le lacrime della tigre nera

Storia di sangue, bande e amor conteso nella Bangkok anni Quaranta. Dum e Rampoey si amano fin da bambini ma, per vendicare il padre barbaramente ucciso, Dum si unisce ad una banda e diventa un terribile fuorilegge soprannominato Tigre Nera, mentre Rampoey è costretta a fidanzarsi con un ufficiale che si assumerà proprio il compito di combattere i banditi.

Continue reading

Canicola

Austria: sei storie si intrecciano in un fine settimana. Fa un caldo infernale. Ci si mette in mutande, in bikini o senza niente addosso. La temperatura sale, così come l’aggressività. Le giornate scorrono pigre, ma le notti sono piene di giochi, canzoni, sesso e violenza. Il film che ha scandalizzato il Festival di Venezia e ha conquistato il Gran premio della Giuria 2001.

Continue reading

Essere e avere

Incantevole ritratto della vita quotidiana di una minuscola scuola francese, indimenticabile dichiarazione d’amore di un maestro di provincia per il proprio lavoro. Esemplare per spontaneità, dolcezza, semplicità, questo film mette in scena bambini che si rivelano attori naturali incredibili.

Continue reading

Citizen Berlusconi

Versione originale, con sottotitoli in italiano, del documentario trasmesso il 21 agosto 2003 dalla PBS, la tv pubblica americana. Citizen Berlusconi avrebbe dovuto partecipare all’European Documentary Festival di Oslo, ma secondo la tv norvegese NRK e la conferma dei produttori italiani, è stato ritirato dalla programmazione in seguito alle pressioni fatte dai nostri diplomatici.

Continue reading

L’uomo senza passato

Un uomo arrivato a Helsinki in cerca di lavoro viene aggredito, perde la memoria e deve ricominciare tutto da zero. Senza passato, smarrito nel presente e con un futuro incerto, riuscirà a trovare l’amore e un posto nel mondo grazie alla sua generosità e intraprendenza. Grand prix della giuria e premio come migliore attrice al Festival di Cannes 2002.

Continue reading

Oasis

Dopo aver scontato la prigione, accusato di aver investito un uomo con la macchina, Jong-du non riesce a integrarsi. Decide di far visita alla famiglia della vittima, dove conosce la figlia disabile dell’uomo, Gong-ju, abbandonata dal fratello e dalla cognata. Nasce così un rapporto affettuoso tra due vite difficili, che si scontra con l’ostilità della famiglia di lei e l’incomprensione degli altri. Premio speciale alla regia e premio Marcello Mastroianni alla migliore attrice alla 59ma Mostra Internazionale di Venezia.

Continue reading

A torto o a ragione

Wilhelm Furtwänger, grande direttore d’orchestra, è accusato di aver messo la sua arte al servizio del Reich. Un ufficiale americano conduce una spietata, serrata indagine per incastrarlo, nonostante gli orchestrali lo difendano e alcuni ebrei siano stati salvati grazie al suo intervento. Un drammatico scontro tra differenti punti di vista sulla guerra e sui rapporti tra arte e politica.

Continue reading

Italiano per principianti

Questo terzo lungometraggio della regista danese è un racconto vivace e scanzonato di un gruppo di uomini e donne che la passione per la lingua italiana avvicina, in un gioco di amori e amicizie mai privo di sottile ironia. La Scherfig pur aderendo alle regole del Dogma95 che impongono luci naturali e vietano in scena gli accessori, aggiunge una nuova spontaneità nel copione sostituendo l’improvvisazione degli attori a quella della macchina da presa. Attorno ai sei protagonisti aggiunge così un’inattesa atmosfera di allegria, non dimenticando mai di lasciare spazio all’umorismo, sebbene nel tempo di un attimo. Straordinario successo di critica e pubblico e vincitore dell’Orso d’Argento al Festival di Berlino del 2001.

Continue reading

Monsieur Batignole

Parigi, estate 1942, la Francia è sotto l’occupazione tedesca. Edmond Batignole, di professione macellaio, viene suo malgrado coinvolto dal futuro genero nell’arresto di una famiglia ebrea. Di fronte all’orrore della persecuzione antisemita, Edmond trova la propria strada verso il riscatto e la dignità scoprendo in se stesso uno straordinario coraggio.

Continue reading

Il mondo secondo Bush

Il mondo secondo Bush è un’inchiesta basata su fatti rigorosamente verificati e costruita attraverso una serie di interviste e testimonianze. Un quadro inquietante della gestione del potere alla testa della prima potenza del pianeta.

Continue reading

Ghost world

Basato sul popolare libro a fumetti di Daniel Clowes, Ghost World è una commedia un po’ amara sulle avventure post-diploma di due teenager, Enid e Rebecca. Più trasognata la prima, più concreta la seconda, le unisce un ironico distacco verso le comitive strombazzanti, gli esibizionismi dei maschi e le enfatiche effusioni delle amichette.

Continue reading

E morì con un felafel in mano

Ispirandosi all’omonimo romanzo di John Birmingham, il regista australiano Richard Lowenstein costruisce una storia a dir poco strampalata. Con dialoghi il più delle volte farneticanti, in cui si mescola filosofia spicciola e anarchia verbale, Lowenstein racconta le ultime tre esperienze di coabitazione di Danny, aspirante scrittore all’eterna ricerca di uno sconosciuto tassello mancante. La vita caotica del protagonista prende avvio dalla 47a esperienza di convivenza con amici. In una Brisbane tropicale in cui si trascorre il tempo a discutere pigramente di argomenti totalmente privi di senso, Danny spera nella pubblicazione del suo romanzo pornografico, inviato a Penthouse per riuscire a pagare tutti gli affitti arretrati. Costretto a sfuggire alle minacce dei poco raccomandabili padroni di casa, Danny ripara a Melbourne. Nuovi inquilini in un appartamento caotico e fatiscente di una città in cui la pioggia costante esaspera l’atmosfera da incubo kafkiano, e dove la polizia ha la curiosa abitudine di sparare ed uccidere con straordinaria leggerezza. Costretto a fuggire anche da Melbourne, Danny finisce a Sidney, individualista ed egoista capitale, surreale mélange di ambizione e bellezza, superficialità e corruzione. Il viaggio di Danny non si limita al geografico spostamento, ma ad un intimo naufragio ed un successivo recupero di sé, passando, pur recalcitrante, attraverso un incubo di emozioni e inquietudini, per trovare infine la via della salvezza.

Continue reading

La pianista

Erika Kohut, quarantenne, insegnante del Conservatorio di Vienna, rigorosa e severa, dietro gli impermeabili beige e i foulard borghesi cela un abisso di disperazione e passionalità. Frequenta i porno shop, spia le coppiette nei drive in, si pratica mutilazioni ai genitali con una lametta. Finché, improvvisamente, cede alla corte di un avvenente allievo con cui imbastisce, all’ombra di Schubert, una burrascosa relazione. Gran premio della giuria e Palma d’oro ai due protagonisti al Festival di Cannes del 2001.

Continue reading

Fahrenheit 9/11

Reportage inediti, testimonianze dirette, domande poste ai potenti del mondo e scene mai mostrate dai media compongono “Fahrenheit 9/11”. Dalle contestazioni alle elezioni presidenziali del 2000 alla denuncia delle imbarazzanti amicizie tra le famiglie Bush, Saud e bin Laden, il film descrive l’atmosfera di terrore generalizzato in cui vive la popolazione americana, le cui libertà individuali sono fortemente limitate dal “Patriot Act”, e si concentra sulle drammatiche conseguenze della guerra in Iraq. Mentre il presidente declama l’onor di patria, nelle zone più povere del paese i giovani disoccupati vengono reclutati con allettanti promesse, per poi venire gettati al macello. Con Fahrenheit 9/11, vincitore della Palma d’oro al festival di Cannes e campione d’incassi ai botteghini, Moore compone un’opera ironica, drammatica e terribilmente sincera. Allegato libro: Fahrenheit 9-11 : la storia del documentario più visto di tutti i tempi: Michael Moore.

Continue reading

I diari della motocicletta

Prima che Ernesto Guevara diventasse il Che. Prima che lo studente di medicina si scoprisse guerrigliero e rivoluzionario. Dall’Argentina al Cile, dal Perù al Venezuela, 13.000 chilometri in America Latina su una sgangherata Norton 500, insieme ad Alberto Granada, compagno d’infanzia. Il viaggio attraversa un intero continente, tra villaggi poverissimi e scenari maestosi, per scoprire l’amicizia e l’amore, guardare negli occhi la miseria della gente e sentire crescere in sé un bisogno di giustizia per tutti. Allegato libro Latinoamericana : Diario di un viaggio in motocicletta: Ernesto Che Guevara.

Continue reading

Buena Vista Social Club

Buena Vista Social Club è in origine un album per il quale Ry Cooder aveva riunito a Cuba un gruppo di vecchi musicisti locali dimenticati. Il disco fu un successo mondiale. Nel 1998 Cooder tornò all’Avana per incidere di nuovo con Ibrahim Ferrer e gli altri musicisti. Questa volta con lui c’era il regista Wim Wenders, arrivato con una piccola troupe per raccontare le sedute di registrazione e le storie dei protagonisti. Così è nato questo documentario-testimonianza, grazie al quale alcuni straordinari protagonisti della musica cubana sono tornati a suonare insieme e a esibirsi sul palcoscenico della Carnegie Hall a New York. Presentato al Festival di Berlino nel 1999.

Continue reading

Chuck & Buck

In occasione della morte della madre Buck, ormai trentenne, incontra il suo migliore amico d’infanzia, Chuck. Buck vorrebbe riprendere lo stesso rapporto di allora, ma Chuck, maturo professionista vicino alle nozze, si sottrae. Tra la fanciullesca insistenza di Buck e l’imbarazzato rifiuto di Chuck, il film indaga i legami maschili e la negazione dell’omosessualità latente. Nomination al Gran Premio della Giuria al Sundance Festival 2000; vincitore del Premio Miglior Opera Prima all’Indipendent Spirit Awards 2001.

Continue reading

Lost in La Mancha

Concepito inizialmente come veicolo promozionale da distribuire prima dell’uscita del film, Lost in La Mancha è diventato la storia di un film mai realizzato. Tra vicende personali e catastrofi naturali, questo documentario è un’accurata e fedele rappresentazione della disintegrazione e del fallimento di un progetto ambizioso.

Continue reading