Gangor : il coraggio di una donna

Purulia, India. Il fotoreporter indiano Upin viene mandato nel villaggio per raccontare con le sue immagini lo sfruttamento delle tribù. Durante la sua escursione, l’uomo resta incantato di fronte a Gangor, una donna che sta allattando il figlio, e al suo enorme seno. Upin decide di immortalarla con la sua macchina fotografica ma l’immagine di Gangor pubblicata sul giornale desta nel villaggio un enorme scandalo e lei si troverà sola e indifesa contro le violenze dei suoi conterranei.

Continue reading

Good luck Algeria

Sam et Stéphane, deux amis d’enfance fabriquent avec succès des skis haut de gamme jusqu’au jour où leur entreprise est menacée. Pour la sauver, ils se lancent dans un pari fou : qualifier Sam aux Jeux Olympiques pour l’Algérie, le pays de son père. Au-delà de l’exploit sportif, ce défi improbable va pousser Sam à renouer avec une partie de ses racines.

Continue reading

Black : l’amore ai tempi dell’odio

Mavela, una disadattata teenager quindicenne, che ritrova se stessa e la voglia di vivere quando entra a far parte della gang The Black Bronx, formata da giovani africani della periferia di Bruxelles. Si sente finalmente a casa adesso, accettata da tanti nuovi amici con i quali condivide il giorno e la notte in giro per la città. Per la prima volta nella sua vita Mavela prova un senso di appartenenza finora sconosciuto. Ma realizza subito che militare nei Black Bronx significa far parte di una famiglia totalizzante che non accetta compromessi. Soprattutto comprende che, una volta entrata a far parte della gang, non potrà più uscirne…

Continue reading

13 = Thirteen

Un giovane ingenuo assume l’identità di un morto e si trova coinvolto in un oscuro mondo di violenza e potere in cui si gioca con le vite umane.

Continue reading

Goodbye Solo

Two men meet at a crossraods in the Deep South. Ona man’s American Dream is just beginning, while the other’s is winding down. Together, this odd couple will embark on a journey that will change both lives forever …

Continue reading

Mercedes Sosa : La voz de Latinoamérica

Cuando en 2009 murió la cantante argentina Mercedes Sosa, Latinoamérica perdió una voz valiente en las protestas contra las injusticias. En este retrato de Sosa, seguimos a su hijo Fabián explorando el legado de su madre mientras habla con familiares, amigos, compañeros de profesión, visita a los lugares más emblemáticos de su vida, vemos entrevistas, actuaciones y recuerdos más personales. Un biaje íntimo al mundo de Mercedes Sosa, la mujer, la artista, la activista.

Continue reading

Brasile = Brasil revealed

Il Brasile è il più vasto Stato del Sud America e il più vario per bioma, popolazione e cultura: patria di umide giungle e aride steppe, di immacolate spiagge e alti picchi montuosi, incarna nel suo popolo il simbolo dell’allegria e della gioia di vivere. Ma per scoprire i segreti di questo paese, occorre guardare il Brasile attraverso gli sguardi dei suoi abitanti…

Continue reading

Peak : un mondo al limite

Il paesaggio delle Alpi è ormai divenuto uno sconcertante ibrido di tecnologia e natura. Le stazioni sciistiche tendono ad aggiornare continuamente le loro tecniche: se così non fosse, il flusso turistico si arresterebbe bruscamente. Ma là dove maggiori sono i cambiamenti che l’habitat subisce, tanto più la bellezza viene addomesticata e rapidamente sparisce. Il regista ha osservato per un intero anno questo processo di trasformazione delle Alpi, scoprendo tutto ciò che è abitualmente nascosto ai turisti invernali sotto uno spesso manto di neve artificiale…

Continue reading

La maga delle spezie = Mistress of spices

Tilo è un’indiana “maga delle spezie” trapiantata in California. Nella sua bottega si intrecciano storie di donne maltrattate e in fuga, di bambini emarginati, di uomini che rischiano la vita. Per ognuno di loro Tilo ha in serbo un piccolo efficace incantesimo: cannella per trovare sostegno, coriandolo per vedere chiaro, trigonella contro la discordia, zenzero per il coraggio. Tilo sembra la padrona di tutti i destini ma non ha fatto i conti con il proprio …Tratto dal romanzo omonimo di Chitra Banerjee Divakaruni.

Continue reading

Soy Cuba, il mammuth siberiano = Soy Cuba, o mamute siberiano

Attraverso interviste agli attori e ai membri della troupe e della produzione, il documentario ripercorre le fasi della realizzazione del film “Soy Cuba”, realizzato nel 1964 da Mikhail Kalatozov come film di propaganda ferocemente anti-americano, atto a denunciare il capitalismo e le sue conseguenze disastrose sull’isola caraibica. Messo al bando dalle autorità cubane e sovietiche, il film è stato riscoperto da Scorsese e da Coppola negli anni ’90 e acclamato per le sue qualità cinematografiche che testimoniano il lavoro dell’avanguardia sovietica

Continue reading

Il piccolo Nicolas e i suoi genitori = Le petit Nicolas

Il piccolo Nicolas è un bambino felice. I suoi genitori lo adorano e ha un gruppo di amichetti con cui si diverte a scuola e fuori. Un giorno, però, Nicolas si convince che ben presto arriverà un fratellino a distruggere la sua felicità e a prendere il suo posto nel cuore di mamma e papà. Da quel momento cercherà in tutti i modi di boicottare l’eventuale arrivo dell’intruso…

Continue reading

Ai Weiwei : never sorry

La vita di Ai, nato nel 1957 e figlio dell’intellighenzia rivoluzionaria, scorre spesso in parallelo con il flusso della moderna storia cinese: nel 2008 la denuncia delle Olimpiadi ne fa – agli occhi del governo di Pechino – un oppositore. Posizione che si “aggrava” a seguito delle sue indagini sul terremoto dello Sichuan che, nel maggio dello stesso anno, causa oltre cinquemila vittime tra i giovani e giovanissimi studenti delle scuole della regione. Il film inizia nel dicembre 2008, quando Ai avvia le sue indagini e il controllo del governo si fa più forte…

Continue reading

Mar Nero

Gemma è una donna anziana rimasta vedova. Ad aiutarla c’è la badante Angela, una ragazza rumena giunta da poco in Italia per cercare fortuna, mentre suo marito è rimasto in patria. Le due donne diventano ben presto molto legate e tra loro si forma una solida amicizia. Un giorno, però, Angela viene informata che suo marito è scomparso. La ragazza vorrebbe tornare in Romania per scoprire cosa è successo, ma Gemma non vuole rimanere sola ancora una volta. Le due donne decidono quindi di partire insieme…

Continue reading

20 sigarette

Il 28enne Aureliano, anarchico e antimilitarista, nonostante le sue convinzioni, le critiche e le preoccupazioni di amici e familiari decide di partire per l’Iraq in qualità di aiuto regista di Stefano Rolla, impegnato nelle riprese per un documentario sulla ‘missione di pace’ dei militari italiani… Una storia vera

Continue reading

Caramel = Sukkar Banat

A Beirut, alcune donne lavorano in un istituto di bellezza. Lì, in quel microcosmo colorato e pieno di sensualità, donne di diverse generazioni, parlano di se stesse, si scambiano confidenze e si raccontano. Al salone, tra colpi di spazzola e il profumo di caramello, si parla di sesso e di maternità, con la libertà e l’intimità propria delle donne.

Continue reading

Dieci = Ten

Mania Akbari fa la pittrice a Teheran. E’ una donna emancipata alle prese col suo secondo matrimonio. Guida instancabilmente per le strade della città accompagnando il figlio dalla nonna o dal padre, l’amica a fare spesa, una vecchietta al tempio, una prostituta che le chiede un passaggio verso casa. La telecamera digitale è fissata sul cruscotto della sua automobile e davanti al suo occhio si confrontano in dieci frammenti le vite della donna con quelle dei suoi passeggeri. Spaccati di vita quotidiana nella sua essenzialità.

Continue reading

The Road to Guantanamo

Settembre 2001. Ruhel, Shafiq e Monir partono da Tipton in Gran Bretagna, insieme al loro amico Asif. Vanno a festeggiare il suo matrimonio in Pakistan, la loro terra d’origine. Ma il viaggio li porta fino a Konduz, in Afghanistan, dove vengono catturati dall’Alleanza del nord e consegnati agli statunitensi. Sospettati di essere terroristi, sono trasferiti nella prigione di Guantanamo, a Cuba. Ruhel, Shafiq e Asif sono stati rilasciati dopo due anni di torture e interrogatori disumani, senza nessuna imputazione a loro carico. Di Monir non si è più saputo nulla.

Continue reading