Go now

Nick Cameron, un giovane provinciale dell’entroterra inglese che lavora in un’impresa edile, è un buontempone allegro ed estroverso, molto legato a un gruppo di amici scanzonati e quanto lui appassionati di calcio. Proprio durante una partita di calcio, un giorno non riesce a centrare la porta per pochi centimetri: è la prima avvisaglia di una malattia…

Continue reading

Bangla

Phaim è un giovane musulmano di origini bengalesi nato in Italia 22 anni fa. Vive con la sua famiglia a Torpignattara, quartiere multietnico di Roma, lavora come steward in un museo e suona in un gruppo. È proprio in occasione di un concerto che incontra Asia, suo esatto opposto: istinto puro, nessuna regola. Tra i due l’attrazione scatta immediata e Phaim dovrà capire come conciliare il suo amore per la ragazza con la più inviolabile delle regole dell’Islam: la castità prima del matrimonio.

Continue reading

Moderne Zeiten = Modern times

Charlie, der Tramp, arbeitet in einer Fabrik am Fließband. Weil er mit dem unmenschlichen Arbeitstempo nicht mithalten kann, wird er entlassen. Auf der Straße gerät er in eine Demonstration und wird prompt als vermeintlicher Rädelsführer verhaftet. Als Charlie aus em Gefängnis ferikommt, trifft er ein Straßenmädchen und verliebt sich. Aber auch ihr droht das Zuchthaus …

Continue reading

The gardener

The Gardener is an imaginativedocumentarywhich follows Makhmalbaf, and his son Maysam, to Israel to investigate the Baha’i Faith, a religion with seven million followers, which originated in Iran 170 years ago. Part of: The poetic trilogy

Continue reading

Lullaby to my father

Amos Gitaï racconta la storia di suo padre, Munio Weinraub, studente presso la Scuola di Architettura e Design del Bauhaus nella città di Dessau, prima della sua chiusura voluta da Hitler nel 1933. Nel maggio di quello stesso anno, Weinraub fu accusato di “tradimento contro il popolo tedesco” e per questo fu rinchiuso prima in prigione e poi espulso dalla Germania…

Continue reading

Where to, Miss?: Eine Frau kämpft für ihren Traum

Das bewegende Portrait einer jungen Inderin, die mutig für ihre Rechte kämpft. Devki will sich als Taxifahrerin in der Millionenmetropole Delhi selbständig machen und trifft auf den erbitterten Widerstand ihrer Familie. In Indien sagt ein Sprichwort: Eine Frau gehört zuerst ihrem Vater, dann ihrem Ehemann und zuletzt ihrem Sohn. Regisseurin Manuela Bastian begleitet ihre Protagonistin durch diese drei Lebenphasen als Tochter, Ehefrau und Mutter.

Continue reading

La terra degli orsi = Terres des ours

La selvaggia Kamchatka si trova nell’Estremo Oriente della Russia ed è il regno degli orsi bruni. Durante l’avvicendamento delle stagioni, ognuno ha le proprie preoccupazioni: una madre con i suoi due piccoli, un maschio “adolescente” che sta sperimentando per la prima volta le durezze della vita, e un maschio adulto, determinato a difendere la propria leadership…

Continue reading

Ingenui perversi = Niewinni czarodzieje

Andrzej, giovane medico con la passione per il jazz, vive una vita consumistica e senza nessun tipo di obblighi. Ha molte relazioni sentimentali, sempre di breve durata. Un giorno nella sua vita irrompe una maliziosa ragazza che si fa chiamare Pelagia. I due intraprendono un ambiguo gioco erotico che dura tutta la notte, ma quando Andrzej si assenta per incontrare alcuni amici, Pelagia sparisce. Solo in quel momento in Andrzej scatta qualcosa…

Continue reading

Koyaanisqatsi : life out of balance

In lingua Hopi la parola “Koyaanisqatsi”, pronunciata in un contesto di profezie, significa “la vita senza equilibrio”, intendendo gli squilibri e le follie di una vita in via di degradazione, alla quale necessita un nuovo stile. Ispirandosi a tale concetto, questo film/documentario mira a raffrontare la bellezza e maestà della natura – terre, mari, cieli – con il frenetico sciamare della società urbana contemporanea, creando un’unione di immagini mozzafiato con una colonna sonora magicamente evocativa. Fotografia di Ron Fricke, musiche di Philip Glass.

Continue reading

Al capolinea = The end of the line

Il film alza il sipario sullo stillicidio che si compie ogni giorno, da anni, sotto i nostri occhi: una corsa sfrenata all’approvvigionamento ittico, con ogni mezzo, che entro la metà del secolo rischia di consegnarci oceani senza più pesci da pescare, la fine di una risorsa che sembrava interminabile… Contiene libro: Un mondo senza pesci, a cura di Nicola Ferrero, Slow Food

Continue reading

Anija = La nave

Chi erano gli albanesi che nel marzo del 1991 sono sbarcati sulle coste adriatiche dell’Italia meridionale? Perché scappavano? E cosa fanno oggi?

Continue reading

Il villaggio di cartone

Accerchiati in una chiesa sfitta di nome ma non di fatto, i migranti sentono gli elicotteri e vedono le luci blu, intuiscono le sagome inquietanti del Sistema e gli zombie delle Istituzioni, ma sono al sicuro: non c’è più il crocefisso, ma Dio c’è. E c’è il vecchio prete (Michael Lonsdale), che vede trasformarsi il tempio ne ‘Il villaggio di cartone’ quello che – dice Ermanno Olmi – ripara l’umanità. Fresco ottantenne, il maestro ritrova Rutger Hauer 23 anni dopo ‘La leggenda del santo bevitore’ e trova tanti migranti: clandestini, ma l’accoglienza cristiana non conosce passaporto. Tra immagini caravaggesche, potere alla Parola e teatralità … Olmi abbatte le chiese ed esalta la fede. … non la vita come il cinema, ma il cinema come la vita. Perché non ci sono né migranti né stanziali, ma solo uomini. E sono tutti di passaggio. (Federico Pontiggia, ‘Il Fatto Quotidiano’, 6 ottobre 2011)

Continue reading

Lo stato di eccezione : processo per Monte Sole 62 anni dopo

Le verità a lungo negate su uno degli episodi più atroci della storia italiana, la strage nazifascista che ebbe luogo dal 29 settembre al 5 ottobre 1944 in numerose località intorno a Marzabotto. Questo film è l’unica documentazione esistente del processo che tra il 2006 e il 2007 ha condotto a una storica sentenza di colpevolezza.

Continue reading

Osama

Kabul, poco tempo fa. Tre donne, una ragazzina di 12 anni, sua madre e la nonna, sono sopravvissute alla repressione delle manifestazioni di protesta organizzate dalle donne afgane all’inizio del regime talebano.

Continue reading

Born into Brothels : Calcutta’s Red Light Kids

Nel quartiere a luci rosse di Calcutta non sono solo le prostitute ad avere il destino segnato. Di fronte alla miseria più nera, agli abusi e alla disperazione, anche i loro figli hanno pochissime possibilità di crearsi un’esistenza diversa. Zana Briski ha passato con loro alcuni anni. Gli ha regalato una macchina fotografica e gli ha insegnato a usarla. Le fotografie scattate da questi bambini non sono semplicemente il riflesso del loro sguardo, ma la dimostrazione dell’immensa forza liberatrice della creatività.

Continue reading

Letter to Anna : la storia della morte di Anna Politkovskaja

Mosca, 7 ottobre 2006. La giornalista Anna Politkovskaja, una tra le voci più critiche del governo russo, viene uccisa a colpi di pistola nell’ascensore del palazzo dove abita, mentre il presidente Vladimir Putin festeggia i suoi 54 anni. La sua morte segna una tragedia personale: Anna aveva appena saputo che presto sarebbe diventata nonna. Ma l’omicidio è innanzitutto un atto politico: perché è stata uccisa?. “Vuole sapere come faccio a essere ancora viva? Quando ci penso mi sembra un miracolo!”, una volta aveva detto Anna. Letter to Anna è un’inchiesta privata, un film politico

Continue reading