Logo BiblioBiblioteca Culture del Mondo / Bibliothek Kulturen der Welt:
Letteratura del mondo / Literatur der Welt, diritti umani e dei popoli / Menschen- und Völkerrechte, politica dello sviluppo e di pace / Entwicklungs- und Friedenspolitik, questioni Nord-Sud / Nord-Süd Fragen.

HOME | Libri - Bücher | Video & ... | Attività - Aktivität | Bookmark | Copyright, Cerca / Suche
Percorsi per i più grandi | Indice | Percorsi per i più piccoli

PERCORSI DI LETTURA
"Un mondo di fiabe"

Per approfondire

EUROPA

ALBANIA Kadaré, Ismail - Il generale dell'armata morta

E' il racconto di un generale italiano che dopo vent'anni dalla fine della seconda guerra mondiale torna in Albania per cercare i corpi dei caduti della sua armata. Insieme ai resti dei soldati riemergeranno tutti i rancori e gli odii provocati dall'invasione dell'Albania da parte italiana. Ismail Kadaré nasce a Girocastro, nel Sud dell'Albania, nel 1936. Studia a Tirana e a Mosca e lavora come giornalista. Autore di numerosi romanzi e critico letterario, nel 1990 abbandona l'Albania e chiede asilo politico in Francia. Con Kadaré la letteratura moderna albanese raggiunge una notorietá internazionale.
10 1 KAD - 3074 Kadaré, Ismail
Il generale dell'armata morta : romanzo / Ismail Kadaré ; traduzione di Augusto Donaudy. - Milano : Tascabili Editori Associati, 1997. - 221 p. ; 20 cm. - (Teadue ; 496). - Tit. orig.: Le général de l'armée morte. - ISBN 88 7819 135 8
ARBERESH IN ITALIA

Abate, Carmine - Il ballo tondo

Il romanzo racconta la vita nel piccolo villaggio albanese di Hora in Calabria. Nonostante piccolo, il villaggio é incrocio di culture tra loro differenti: quella albanese, quella italiana e quella tutta particolare dei germanesi, gli emigranti che tornano l'estate dalla Germania.
10 1 ABA - 0000 Abate, Carmine
Il ballo tondo / Carmine Abate. - Lecce : Argo, 1993. - 217 p. ; 20 cm. - (Il pianeta scritto, Medea ; 7). - ISBN 88 86211 08 2
Abate, Carmine - Il muro dei muri

Strutturato in racconti, il romanzo segue la saga de Il ballo tondo. Gli stessi personaggi intrecciano le loro vite tra il paesino calabrese-albanese e la Germania. Il destino di emigrante, di germanese nel linguaggio di Abate, perseguita continuamente i protagonisti che si trovano spesso ad essere stranieri due volte, all'estero e a casa propria.
10 1 ABA - 2486 Abate, Carmine
Il muro dei muri / Carmine Abate. - Lecce : Argo, 1993. - 217 p. ; 20 cm. - (Il pianeta scritto, Medea ; 7). - ISBN 88 86211 08 2
Abate, Carmine - La moto di Skanderbeg

"Se ti dicono di restare, parti. Se ti dicono di partire resta": questa citazione che compare sull'ultimo libro di Abate dà il senso del suo modo di intendere l'espererienza dell'emigrazione. Anche questo romanzo parla di personaggi che scappano dalle proprie radici e da se stessi per incontrare inesorabilmente i fantasmi del proprio passato. Così riecheggia nel romanzo il nome di Scanderbeg, il condottiero albanese che combattè contro i Turchi, e che oggi sembra rivivere nel padre di Giovanni, il personaggio principale del romanzo.

Carmine Abate nasce a Carfizzi in Calabria nel 1954. Appartiene alla minoranza albanese, gli Arbëresh, stabilitasi nel Sud Italia da oltre tre secoli. Dal 1971 inizia gli spostamenti tra Germania, Calabria e Trentino, dove attualmente insegna. Il suo primo romanzo, Il ballo tondo, é stato tradotto in tedesco ed albanese e per il suo realismo magico é stato paragonato a Marquez.
10 1 ABA - 3623 Abate, Carmine
La moto di Skanderbeg / Carmine Abate. - Roma : Fazi, 1999. - 197 p. ; 21 cm. - (Le strade ; 20). - ISBN 88 8112 097 6
Marco, Costantino - Ahlem. Il sogno albanese

Il romanzo é ambientato a Tirana subito dopo la caduta del regime di Enver Hoxha. Oltre ad una analisi della societá albanese di oggi, Marco disegna un quadro magico della sua patria d'origine. La parola "ahlem", che in arabo significa "sogno", aleggia nell'aria e sottolinea il bisogno di libertá di un popolo oppresso.

Costantino Marco nasce a Lungro, un paesino arberesh calabrese in provincia di Cosenza. Conserva la sua cultura albanese e non a caso é famoso proprio in Albania, dove ha insegnato all'Universitá di Tirana e rappresentato nel 1992 la piece teatrale "Il risveglio". Autore di numerose opere e direttore di due riviste storiche, ha fondato una propria casa editrice.
10 1 MAR - 3085 Marco, Costantino
Ahlem. Il sogno albanese / Costantino Marco ; introduzione di Luigi Reina ; postfazione di Clara Kodra. - Lungro (CS) : Marco, 1994. - 281 p. ; 20 cm. - (La luna ; 9). - ISBN 88 85350 47 X
BOSNIA

Andric, Ivo - Racconti di Sarajevo

Questa raccolta di racconti aiuta a far capire la Sarajevo multiculturale, ponte tra oriente ed occidente, espressione della storia e della societá bosniaca. Capire il passato attraverso questi racconti diventa fondamentale per comprendere il presente e dare una interpretazione del terribile conflitto che ha segnato la Bosnia, la terra dove hanno convissuto quattro religioni.
10 1 AND - 3096 Andric, Ivo
Racconti di Sarajevo / Ivo Andric ; a cura di Dunja Badnjevic Orazi. - Roma : Tascabili economici Newton, 1993. - 92 p. ; 19 cm. - (100 pagine mille lire ; 95). - ISBN 88 7983 254 9
Andric, Ivo - Racconti di Bosnia

Questa raccolta di importanti racconti di Andric offre un quadro complessivo della storia e della cultura bosniaca. Terra unica nel panorama europeo, la Bosnia é caratterizzata da un odio strisciante tra la sua gente. I racconti rievocano il passato musulmano e il ruolo di confine tra due mondi e quattro religioni, e ricorre sempre il tema del ponte, inteso come costrizione per gli uomini a conoscersi ed andare dall'altra parte.
10 1 AND - 3097 Andric, Ivo
Racconti di Bosnia / Ivo Andric ; a cura di Dunja Badnjevic Orazi. - Roma : Biblioteca economica Newton, 1995. - 158 p. ; 22 cm. - (Biblioteca economica Newton. Classici ; 34). - ISBN 88 7983 796 6
Andric, Ivo - Il ponte sulla Drina

Il romanzo é tutto ambientato a Visegrad, cittadina della Bosnia, incrocio del mondo cristiano e musulmano. Il soggetto principale, tema ricorrente nella scrittura di Andric, é il ponte costruito dal Visir ottomano Mehemed Pasciá nel Cinquecento sul fiume Drina: il ponte resterá intatto fino alla prima guerra mondiale e questo é l'arco di tempo in cui si svolge il romanzo. I vari avvenimenti storici vengono accettati dalla gente come destino inevitabile, ma é il ponte a garantire loro un senso di continuitá e speranza nel futuro. Tutto cambia durante la prima guerra mondiale, quando una cannonata fa crollare un pilone del ponte.

Ivo Andric nasce a Dolac, un villaggio vicino Travnik, in Bosnia nel 1892. Trasferitosi a Sarajevo in tenera etá, é costretto subito a lasciarla per la morte del padre e con la madre si trasferisce a Visegrad dai nonni. Torna a Sarajevo a studiare e poco meno che ventenne inizia a pubblicare i primi versi. Durante la prima guerra mondiale il suo impegno nazionalista lo porterá in carcere, ma dopo la guerra gli varrá la popolaritá conquistata con i suoi scritti e la carriera diplomatica nelle principali sedi europee. Considerato il piú grande scrittore di lingua serbocroata e premio Nobel nel 1961, muore a Belgrado nel 1975.
10 1 AND - 3088 Andric, Ivo
Il ponte sulla Drina / Ivo Andric ; traduzione di Bruno Meriggi. - Milano : Mondadori, 1995. - XV, 402 p. ; 20 cm. - (Oscar classici moderni ; 111). - ISBN 88 04 40374 8
CECHIA

Ochová, Sheila - Il sale della terra e una stupida pecora

La protagonista Jana vive nella Praga del socialismo reale con il nonno in assoluta povertá. Sará lui ad insegnarle a destreggiarsi nella vita difficile di quegli anni, mettendo in luce tanto i difetti del modello socialista quanto quelli del modello capitalista.

Sheila Ochová nasce in Inghilterra nel 1940 da genitori cecoslovacchi rifugiatisi per motivi politici. Studia a Praga drammaturgia e lavora per la televisione come autrice di testi per diversi anni. Attualmente vive e lavora in Germania.
10 1 OCH - 3094 Ochová, Sheila
Il sale della terra e una stupida pecora / Sheila Ochová ; traduzione di Mariana Ronová Servili e Benedetta Sforza ; nota critica di Mariana Ronová Servili. - Firenze : Giunti, 1992. - 130 p. ; 19 cm. - (Astrea ; 28). - Tit. orig.: Sul Zemê a Blbá Ovce. - ISBN 88 09 20156 6
Kundera, Milan - Il valzer degli addii

Il libro é una commedia tragica ambientata in una piccola cittadina termale ceca. Gli otto personaggi principali sono tra loro legati da un sottile filo conduttore, che é l'amore. Ma anche la morte arriva puntuale con il personaggio di Jakub, ex prigioniero politico e vittima delle purghe staliniste.

Milan Kundera nasce a Brünn nel 1929. Subito dopo la fine della seconda guerra mondiale entra a far parte del partito comunista dal quale viene subito espulso nel 1948. Lavora come musicista ed operaio fino a diventare professore all'Istito praghese di cinematografia. Dopo l'invasione sovietica nel 1968 perde il lavoro e i suoi libri vengono proibiti. Dal 1975 vive e lavora in Francia.
10 1 KUN - 3086 Kundera, Milan
Il valzer degli addii / Milan Kundera. - 7. ed. - Milano : Bompiani, 1996. - 246 p. ; 19 cm. - (I grandi tascabili. Romanzi e racconti ; 144). - Tit. orig.: Valcik na rozloucenou. - ISBN 88 452 1589 X
SINTI E ROM IN ITALIA

Cizmic, Fadil - Romane Krle. Voci zingare

Raccolta di poesie, racconti, schede informative ed una sceneggiatura cinematografica di autori rom che vivono stabilmente in Italia. Il gruppo artisticamente piú rappresentato in questa raccolta é quello dei Cergarija (Quelli delle tende) musulmani, provenienti per la maggior parte da Vlasenica, un piccolo centro vicino Sarajevo in Bosnia. Arrivati in Italia alla fine degli anni 60, si sono costituiti in associazione con il nome di Rasim Sejdic, rilevante figura politica per i Cergarija.
16 1 ZIG - 2000 Cizmic, Fadil
Romane Krle. Voci zingare / Fadil Cizmic ... (et al.) ; i saggi, i commenti, le schede e le note sono di Silvio Bello ... (et al.) ; fotografie di Adriano Mordenti ; stampate da Enrico Mantovani. - Roma : Sensibili alle foglie, 1992. - 251 p. : ill. ; 21 cm. - (Collana verde). - In parte con testo romanes a fronte
Spinelli, Santino - Gilí Romaní. Canto zingaro

Raccolta di diciotto poesie che parlano della condizione di vita nomade nella nostra societá. Tutte le poesie ripercorrono anche gli eventi che hanno caratterizzato la vita degli zingari in Italia. Molto incisiva é la poesia intitolata Auschwitz, a ricordare l'olocausto zingaro che é spesso dimenticato. Santino Spinelli, in arte Alexian, nasce a Pietrasanta di Lucca nel 1964. E' un Rom abruzzese e risiede con la sua famiglia a Lanciano, in Abruzzo. E' musicista, cantautore, polistrumentista ed insegnante al Centro didattico musicale italiano di Lanciano. Ha inciso diversi album dove coniuga la sua cultura rom con il genere Jazz: tra quelli giá pubblicati troviamo Iperfisa, Waiting for summer e Jazzfisa.
16 1 ZIG - f. c. Spinelli, Santino
Gilí Romaní. Canto zingaro / Santino Spinelli ; illustrazioni di Pasquale Giovannelli. - Roma : Lacio Drom, 1988. - 40 p. : ill. ; 23 cm. - Testo romanes a fronte
Karpati, Mirella - I figli del vento. Gli zingari

Il libro, sebbene datato, offre ancora molti spunti validi per affrontare la questione dei Sinti e Rom e in generale dei nomadi a scuola. Diviso in piú parti, non mancano storie, proverbi e curiositá sui modi di vita zingari.
16 1 ZIG - f. c. Karpati, Mirella
I figli del vento. Gli zingari / Mirella Karpati. - La scuola, 1978. - 80 p. : ill. ; 24 cm. - (Realtá e scuola. La societá ; 18)
Karpati, Mirella - Fra i Rom. Vita e storie zingare

Questo libro offre maggiori informazioni sulla cultura e i modi di vivere dei Rom. Ci sono inoltre alcuni racconti divertenti raccontati in prima persona da loro, i Rom.

Mirella Karpati nasce a Fiume in Istria nel 1923. Laureata in pedagogia, ha iniziato a lavorare con Sinti e Rom sulla scolarizzazione dei bambini nel 1959. Dal 1965 dirige la rivista bimestrale Lacio Drom edita dal Centro Studi Zingari di Roma.
16 1 ZIG - f. c. Karpati, Mirella
Fra i Rom. Vita e storie zingare / Mirella Karpati. - La scuola, 1978. - 48 p. : ill. ; 24 cm. - (Realtá e scuola. La societá ; 17)
Sgorlon, Carlo - Il Caldèras

Ambientato durante la prima guerra mondiale, questo romanzo di Sgorlon narra di un bambino Rom calderaio che perde tutta la famiglia, tranne il nonno. Inizia cosí il loro viaggio dal villaggio slavo verso il Veneto. Sindel crescerá con la voglia di leggere e di avere una vita che il nomadismo non gli ha dato. Con la morte del nonno si radica ancora di piú nel paesino che lo ha accolto e allo scoppio della seconda guerra mondiale diviene partigiano, come tanti Sinti e Rom nel resto d'Italia.

Carlo Sgorlon nasce a Cassacco in Friuli. Romanziere ormai famoso, ha vinto due premi Campiello ed uno Strega. Due dei suoi romanzi sono stati editi anche in friulano, lingua che stenta a trovare un riconoscimento ufficiale in Italia in quanto lingua e non dialetto. Vive attualmente a Udine.
10 1 SGO - 2445 Sgorlon, Carlo
Il Caldèras : romanzo / Carlo Sgorlon. - Milano : Mondadori, 1988. - 334 p. ; 21 cm.. - (Scrittori italiani e stranieri). - ISBN 88 04 31439 7
Ultimo aggiornamento / Letzte Aktualisierung: 19.8.2003 | URL: www.bibmondo.it/att/percorsi/g-europa.html | XHTML 1.0 / CSS | WEBdesign, Info: M. di Vieste
HOME | Libri - Bücher | Video & ... | Attività - Aktivität | Bookmark | Copyright, Cerca / Suche
Percorsi per i più grandi | Indice | Percorsi per i più piccoli