Logo BiblioBiblioteca Culture del Mondo / Bibliothek Kulturen der Welt:
Letteratura del mondo / Literatur der Welt, diritti umani e dei popoli / Menschen- und Völkerrechte, politica dello sviluppo e di pace / Entwicklungs- und Friedenspolitik, questioni Nord-Sud / Nord-Süd Fragen.

HOME | Libri - Bücher | Video & ... | Attività - Aktivität | Bookmark | Copyright, Cerca / Suche
Percorsi per i più grandi | Indice | Percorsi per i più piccoli

PERCORSI DI LETTURA
"Un mondo di fiabe"

Per approfondire

AFRICA

ALGERIA

Boudjedra, Rachid - Il ripudio

Il primo romanzo di Boudjedra è certamente un'opera sconcertante per la crudezza della narrazione ed il delirio erotico che esprime. La rivolta contro l'ordine patriarcale e soprattutto l'ortodossia religiosa e uno dei suoi tabù: la sessualità. L'autore ci mostra un personaggio bambino praticamente malato. Malato in una società in profonda trasformazione. La lettura sarà difficile ma affascinante.
10 2 BOU - 2612 Boudjedra, Rachid
Il ripudio / Rachid Boudjedra. - Roma : Lavoro, 1993. - 207 p. ; 20 cm. - Tit orig.: La rèpudiation. - (Il lato dell'ombra ; 33). - ISBN 88 7910 529 9
Boudjedra, Rachid - La pioggia

Seguendo il filone narrativo de Il ripudio, anche questo romanzo analizza la condizione femminile nella società algerina. La protagonista è una dottoressa che ripercorre in sei notti il suo passato e rilegge il significato degli avvenimenti, tutto questo durante le incessanti pioggie autunnali.

Rachid Boudjedra nasce a Ain Beida, Algeria, nel 1941. Ancora diciassettenne prende parte attivamente alle rivolte che porteranno l'Algeria all'indipendenza dalla Francia. Dopo aver studiato all'università di Algeri e alla Sorbona di Parigi, insegna filosofia e pubblica il suo primo romanzo, Il ripudio, nel 1969. Dal 1972 si dedica esclusivamente alla letteratura e al cinema come sceneggiatore. Il suo impegno politico e sociale lo porta nel 1982 ad utilizzare solamente l'arabo come lingua per i suoi lavori letterari.
10 2 BOU - 1342 Boudjedra, Rachid
La pioggia / Rachid Boudjedra ; traduzione e introduzione di Giuliana Toso Rodins. - Roma : Lavoro, 1989. - 108 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 18). - Tit. orig.: La pluie. - ISBN 88 7910 428 4
Djebar, Assia - Donne d'Algeri nei loro appartamenti

Il libro fa un quadro della condizione femminile in Algeria, sebbene con tinte poetiche, che parte dalla fine del secolo scorso fino ad oggi. Il bisogno di un futuro con maggiore libertà si intreccia alla vita quotidiana tutta narrata al femminile. Infine la narrazione si collega al quadro di Delacroix da cui deriva il titolo del romanzo.

Assia Djebar nasce a Cherchell in Algeria nel 1936. Il suo impegno letterario è stato sempre rivolto alla questione femminile in Algeria ed in generale nel mondo musulmano. Oltre ai numerosi romanzi ha iniziato dal 1979 ad occuparsi di cinema, divenendo così la prima donna regista algerina. Il suo film La nouba des femmes du Mont-Chenoua ha ottenuto il Gran Premio della Critica Internazionale al Festival del cinema di Venezia.
10 2 DJE - 3095 Djebar, Assia
Donne d'Algeri nei loro appartamenti / Assia Djebar ; traduzione di Gianfrancesco Turano ; nota critica di Isabella Camera d'Afflitto. - 2. ed. - Firenze : Giunti, 1994. - 188 p. ; 19 cm. - (Astrea ; 14). - Tit orig.: Femmes d'Alger dans leur appartement. - ISBN 88 09 20116 7
ANGOLA

Pepetela - Mayombe

Il romanzo di Pepetela è uno dei migliori esempi di letteratura post-coloniale africana. Ambientato nella foresta tropicale di Mayombe, che dà il titolo al romanzo, parla dei primi combattenti dell'Mpla e del loro tentativo di coinvolgere i contandini di Cabinda nella lotta armata. In questo periodo, peró, non esiste ancora un sentimento nazionale. In questo sta la sfida e l'impresa di una guerriglia nascente che lotta contro la propria identità, non ancora definita e contro un ambiente naturale permanentemente minaccioso.

Pepetela, pseudonimo di Artur Carlos Mauricio Pestana dos Santos, nasce in Angola nel 1941. Prosegue gli studi prima in Portogallo e poi in Francia, e da lì aderisce al movimento di liberazione nazionale angolano, l'Mpla. Dopo l'indipendenza dell'Angola ricopre vari incarichi pubblici e continua il suo impegno come scrittore per l'Unione degli scrittori angolani di Luanda.
10 3 PEP - 2603 Pepetela
Mayombe : romanzo / Pepetela. - Roma : Lavoro, 1989. - 256 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 14). - ISBN 88 7910 402 0
Ramos, Wanda - Percorsi

Il romanzo autobiografico è ambientato in Angola nel periodo della guerra di liberazione contro i colonizzatori portoghesi. Ma la protagonista non è in grado di schierarsi nè con i portoghesi perchè troppo calati nel ruolo di colonizzatori, nè con gli angolani che la identificano con l'oppressore. L'unico riferimento certo è il paesaggio africano sconfinato e bellissimo.

Wanda Ramos nasce in Angola nel 1948. Figlia di genitori portoghesi, la sua storia è legata a quella del colonialismo in Angola. Rientrata in Portogallo nel 1958 si laurea in lingue a Lisbona. Ha curato anche traduzioni in portoghese di Eco e Moravia.
10 3 RAM - 2936 Ramos, Wanda
Percorsi / Wanda Ramos ; traduzione di Vincenzo Barca. - Rep. di S. Marino : Guaraldi-Aiep, 1996. - 126 p. ; 21 cm. - (Melting pot. Storie di donne. Narrativa dai paesi del sud). - Tit. orig.: Percursos. - ISBN 88 86051 38 7
CONGO

Labou Tansi, Sony - La vita e mezza

Il primo romanzo di Labou Tansi riporta alla mente le grandi epopee africane. Romanzo senza tempo, narra di un profeta che combatte un enorme numero di guerre civili contro una Guida Provvidenziale, parodia della situazione di molti stati africani di oggi. E' un romanzo sull'incognita della morte, filtrataattraverso gli insegnamenti delle antiche religioni e contro le feroci dittature che attanagliano l'Africa odierna.

Sony Labou Tansi, nasce nel 1947 a Kimvanza nell'attuale Zaire, ma già da piccolo si trasferisce a Brazzaville, capitale del Congo, per proseguire gli studi. Diventa così insegnante d'inglese ed utilizza il francese per scrivere. Il suo primo romanzo, La vita e mezza, esce nel 1979; nel frattempo si dedica anche alla poesia e al teatro, dove riscuote un grande successo. Dal 1979 dirige a Brazzaville il teatro Rocado Zulu.
10 3 LAB - 1497 Labou Tansi, Sony
La vita e mezza / Sony Labou Tansi ; introduzione di Franca Marcato Falzoni ; traduzione di Rolando Damiani. - Roma : Lavoro, 199O. - XVII, 143 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 19). - Tit. orig.: La vie et demie. - ISBN 88 7910 436 5
EGITTO

Mahfuz, Nagib - Vicolo del mortaio

Il romanzo, ambientato al Cairo, narra della vita propria rispetto al resto della città assunta da un vicolo e naturalmente dai suoi abitanti. I personaggi che ci vivono, tipici della società egiziana, rappresentano un'umanità degradata ma forse tipica anche di molte altre realtà.


10 2 MAH - 1289 Mahfuz, Nagib
Vicolo del mortaio / Nagib Mahfuz. - Milano : Feltrinelli, 1989. - 251 p. ; 22 cm. - (I narratori). - Tit. orig.: Zoqaq al Midaq. - ISBN 88 07 01379 7
Mahfuz, Nagib - Miramar

Miramar è uno dei pochi romanzi di Mahfuz ambientato ad Alessandria d'Egitto invece che al Cairo. Il centro del racconto è la pensione Miramar negli anni della guerra dei sette giorni, dove vari clienti danno la loro rappresentazione di un fatto di cronaca nera. Da una parte il crollo del mito arabo di fronte alla sconfitta con Israele, dall'altra la falsità di alcuni dei personaggi che frequentano la pensione, danno uno spaccato della realtà politica e sociale egiziana alla fine degli anni sessanta.

Nagib Mahfuz nasce al Cairo nel 1912. Laureato in filosofia, alterna la sua attività di scrittore a quella di impiegato nella pubblica amministrazione fino al 1972, anno del suo pensionamento, per poi dedicarsi unicamente alla scrittura, come saggista, giornalista e sceneggiatore per il cinema. Riceve il Nobel per la letteratura nel 1988.
10 2 MAH - 2632 Mahfuz, Nagib
Miramar / Nagib Mahfuz. - Roma : Lavoro, 1989. - 188 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 16). - ISBN 88 7910 368 7
Sa'dawi, Nawal al - Firdaus. Storia di una donna egiziana

Il romanzo, ambientato in Egitto, parla dell'accusa fiera e sprezzante di una donna costretta alla prostituzione e all'assasinio per difendere il suo diritto alla vita e alla libertà contro il dominio economico, sociale e religioso maschile. L'autrice ha raccolto direttamente in carcere le confessioni della protagonista, condannata a morte ed impiccata nel 1974. Censurata in Egitto, la storia di Firdaus è oggi un grande successo internazionale.

Nawal al Sa'dawi nasce nel 1932 in un villagio sul Nilo nei pressi del Cairo. Laureata in medicina, medico, e insieme scrittrice e saggista, ha pubblicato, oltre a numerosi racconti anche libri scientifici sulla sessualità femminile che le sono costati il licenziamento dal Ministero della sanità dove era impiegata. Anche lei, come molti intellettuali egiziani finisce in carcere per il suo impegno a favore dell'emancipazione femminile. I suoi romanzi sono vietati in Egitto e pubblicati a Beirut.
10 2 SAD - 2622 Sa'dawi, Nawal al
Firdaus : storia di una donna egiziana / Nawal al Sa'dawi. - Firenze : Giunti, 1994. - 115 p. ; 19 cm. - Woman at point zero. - (Astrea ; 3). - ISBN 88 09 20157 4
GUINEA

Tamsir Niane, Djibril - Sundiata. Epopea mandinga

L'autore raccoglie in questo libro gli insegnamenti di un griot tradizionale di Dieliba Koro in Guinea. I griot erano in passato i cantastorie e consiglieri dei re depositari delle tradizioni e della cultura del proprio popolo. Qui narra le gesta di Sundiata, il più grande eroe del popolo mandingo, spesso paragonato ad Alessandro Magno.

Djibril Tamsir Niane, nasce a Conakry in Guinea nel 1932, ed è attualmente docente di storia africana. Sundiata lo ha rivelato come narratore e come uno dei principali esponenti di quella letteratura che tende al recupero della grande tradizione orale africana.
10 3 NIA - 2601 Tamsir Niane, Djibril
Sundiata : epopea mandinga / Djibril Tamsir Niane. - 2. ed. - Roma : Lavoro, 1991. - 156 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Soundjata ou l'èpopèe mandingue. - (Il lato dell'ombra ; 1). - ISBN 88 7910 194 3
LESOTHO

Mofolo, Thomas - Chaka

Il libro di Mofolo puó essere considerato un romanzo storico che recupera la grande tradizione orale degli Zulu. Infatti Chaka, re degli Zulu, è un personaggio realmente esisto fino a settant'anni prima che il libro fosse scritto. Chaka è oggi un personaggio rivalutato sull'intero continente africano.

Thomas Mopoku Mofolo nasce nel villagio di Khojane in Basutoland, l'attuale Lesotho, nel 1876. Frequenta le scuole dei missionari della società evangelica di Parigi. Terminate le elementari, prende servizio come domestico presso il reverendo Alfred Casalis preside della Bible School. Frequenta prima la scuola di studi biblici e poi quella magistrale; alla fine degli studi viene incoraggiato a scrivere dai missionari, e Mofolo diventa così il primo autore di romanzi in lingua sesotho. Muore nel 1948.
10 3 MOF - 2934 Mofolo, Thomas
Chaka / Thomas Mofolo ; introduzione di Jane Wilkinson ; traduzione di Riccardo Duranti. - Roma : Lavoro, 1988. - 288 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 9). - ISBN 88 7910 339 3
MALI

Hampatè Bâ, Amadu - L'interprete briccone

L'interprete briccone raccoglie tutte le sfaccettature della visione del mondo africana. Ricco di riferimenti culturali sociali e religiosi, narra la storia di Wangrin, personaggio mitico che si prende gioco di tutti i potenti, siano essi i bianchi colonizzatori o i neri regnanti. L'insegnamento di Wangrin racchiude lo spirito allegro e giocherellone dell'essere africano.

Amadu Hampatè Bâ nasce nel 1901 a Bandiagara in Mali. Appartiene ad una famiglia di capi tradizionali e studia sia nelle scuole francesi sia in quelle coraniche. Marabutto e filosofo fulbe, da giovane viene assunto all'Istituto fondamentale dell'Africa nera dove inizia la sua monumentale opera di ricerca etnologica. Celebre è la sua frase pronunciata all'Unesco: In Africa, ogni vecchio che muore è una biblioteca che brucia. Nel 1973 viene pubblicato il suo unico romanzo, L'interprete briccone; nel resto della sua vastissima produzione troviamo racconti e saggi sul popolo peul evari testi sulla cultura religiosa tradizionale e musulmana del Mali.
10 3 BA - 2793 , Amadu Hampatè
L'interprete briccone : ovvero lo strano destino di Wangrin / Amadu Hampatè Bâ ; introduzione di Liana Nissim ; traduzione di Leonella Prato Caruso. - 2. ed. - Roma : Lavoro, 1995. - 323 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 8). - Tit. orig.: L'etrange destin de Wangrin. - ISBN 88 7910 337 7
MAROCCO

Ben Jelloun, Tahar - Moha il folle, Moha il saggio

Il romanzo di Ben Jelloun ha per protagonista Moha, folle e saggio allo stesso tempo, rispettato dal popolo e temuto dal potere, tanto che lo farà internare, torturare ed uccidere. E proprio Moha sarà il miglior interprete delle contraddizioni della società maghrebina, sottomessa ormai ai costumi occidentali, ma ancora piena di speranze per il futuro.

Tahar Ben Jelloun nasce a Fez, Marocco, nel 1944. Nel 1955 si trasferisce a Tangeri dove consegue la licenza in filosofia. Nel 1971 si trasferisce a Parigi e quattro anni più tardi ottiene il dottorato di psichiatria sociale. Scrive così il suo primo libro di analisi dei problemi degli immigrati marocchini, L'estrema solitudine. Poeta e scrittore, Tahar Ben Jelloun è oggi l'esponente più famoso della letteratura magrebina: scrive regolarmente anche su Il Corriere della Sera e La Stampa.
10 2 BEN - 1317 Ben Jelloun, Tahar
Moha il folle, Moha il saggio / Tahar Ben Jelloun ; introduzione di Andrea Zanzotto e Majid El Houssi ; traduzione di Lina Angioletti. - Roma : Lavoro, 1988. - XXI, 156 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 13). - Tit. orig.: Moha le fou Moha le sage. - ISBN 88 7910 378 4
Chraibi, Driss - Nascita all'alba

Questo romanzo di Chraibi ha la principale caratteristica di parlare in tre lingue: il berbero, l'arabo e il francese. In fondo è un romanzo storico che narra la storia di Tariq, capo militare berbero, islamizzato che comanda l'armata che conquisterà la Spagna nel nome dell'Islam. Ciononostante il romanzo appartiene al filone della letteratura maghrebina in lingua francese.

Driss Chraibi nasce a Al Jadida in Marocco nel 1926. Il padre, orfano di entrambi i genitori, deve esercitare vari mestieri; la madre invece appartiene ad una famiglia che, oltre a parecchi letterati, conta tra i suoi membri anche un marabutto. Cresce in una famiglia numerosa e frequenta prima la scuola coranica, poi quella francese, a Casablanca. Chraibi è uno dei maggiori esponenti della letteratura maghrebina in lingua francese.
10 2 CHR - 2626 Chraibi, Driss
Nascita all'alba : romanzo / Driss Chraibi. - Roma : Lavoro, 1987. - 161 p. ; 20 cm. - Tit. orig.: Naissance à l'aube. Roman. - (Il lato dell'ombra ; 6). - ISBN 88 7910 303 2
Khatibi, Abdelkèbir - Amore bilingue

Il romanzo di Khatibi ha per protagonista una coppia mista, un amore parlato in due lingue diverse, una lingua colonizzatrice ed una colonizzata. E in un certo senso è questa dualità linguistica il soggetto principale del romanzo: il bilinguismo arabo-francese tipico della società marocchina anche oggi che l'indipendenza è ormai un fatto acquisito.

Abdelkèbir Khatibi nasce ad Al Jadida in Marocco nel 1938. Studia e si laurea in sociologia alla Sorbona di Parigi nel 1964 per poi insegnare all'Istituto di sociologia di Rabat e diventarne direttore nel 1966. Khatibi, in quanto esperto in questioni linguistiche, è uno dei maggiori e più originali esponenti della letteratura maghrebina in francese.
10 2 KHA - 2608 Khatibi, Abdelkèbir
Amore bilingue / Abdelkèbir Khatibi. - 2. ed. - Roma : Lavoro, 1993. - 102 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Amour bilingue. - (Il lato dell'ombra ; 30). - ISBN 88 7910 516 7
MOZAMBICO

Couto, Mia - Voci all'imbrunire

Il romanzo di Couto è strutturato in racconti, indipendenti l'uno dall'altro. L'autore raccoglie le storie della gente, elabora i guasti del colonialismo portoghese, ritrova le radici culturali della gente mozambicana, ridando corpo alla tradizione favolistica del suo paese.

Mia Couto nasce a Beria, Mozambico, nel 1955. A 17 anni si trasferisce a Maputo e si iscrive alla facoltà di biologia. Dal 1974 inframezza gli studi con l'attività giornalistica e nel 1983 pubblica un primo libro di poesie al quale segue Voci all'imbrunire, una snella e piacevole raccolta di racconti.
10 3 COU - 2616 Couto, Mia
Voci all'imbrunire / Mia Couto. - 2. ed. - Roma : Lavoro, 1993. - 125 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Vozes anoitecidas. - (Il lato dell'ombra ; 17). - ISBN 88 7910 427 6
NIGERIA

Achebe, Chinua - Viandanti della storia

Il romanzo squisitamente politico di Achebe fa una dura analisi della Nigeria postcoloniale degli anni ottanta, di un periodo quindi successivo al grande slancio nazionalistico che l'aveva portata all'indipendenza. I protagonisti sono degli eroi destinati a morire, ma che cercano lo stesso di lasciare un segno della propria lotta nel nome della libertà e della giustizia. Questi ideali ormai non appartengono più alla Nigeria sotto la cieca dittatura militare.

Chinua Achebe nasce ad Ogidi in Nigeria nel 1930. Studia dapprima medicina, poi letteratura, storia e religione all'Università di Ibadan, sempre in Nigeria. Viandanti della storia esce nel 1987 dopo una lunga pausa che segue la trilogia, pubblicata infine con l'unico titolo di Dove batte la pioggia, che lo ha reso famoso in tutta l'Africa. In tutti questi anni Achebe ha sempre esplorato i temi alla radice della condizione postcoloniale ed è ormai un punto di riferimento per tutta la letteratura mondiale in lingua inglese.
10 3 ACH - 2605 Achebe, Chinua
Viandanti della storia / Chinua Achebe. - Roma : Lavoro, 1991. - 275 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Anthills of the Savannah. - (Il lato dell'ombra ; 24). - ISBN 88 7910 591 4
Ekwensis, Cyprian - Jagua Nana

Questo è certamente il romanzo migliore di Ekwensis ed uno dei più letti in Nigeria. La protagonista Nana, soprannominata Jagua perchè è alla moda come una Jaguar inglese, è una prostituta di Lagos, bella e prorompente, che fa da termometro alla situazione politica della Nigeria che accarezza i primi anni di indipendenza. Da questo punto di vista il romanzo anticipa il tema della corruzione della nuova classe politica nigeriana, problema che esploderà una decina d'anni più tardi.

Cyprian Ekwensi nasce a Minna in Nigeria nel 1921. Appartiene al gruppo ibo, ma padroneggia anche le altre due grandi lingue nigeriane, haussa e yoruba. Laureato in farmacia a Londra in epoca coloniale, dopo una breve parentesi nell'insegnamento universitario si dedica alla narrativa. Pubblica una quindicina di romanzi e diversi racconti, oltre a raccolte di folklore e letteratura per ragazzi. Ekwensi è considerato uno dei maggiori autori nigeriani in lingua inglese.
10 3 EKW - 2607 Ekwensis, Cyprian
Jagua Nana / Cyprian Ekwensi ; introduzione di Ernest N. Emenyonu ; traduzione di Paola Fattori. - Roma : Lavoro, 1993. - 237 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 32). - ISBN 88 7910 528 0
Emecheta, Buchi - Cittadina di seconda classe

Spinta dal desiderio di una vita migliore per sè e per i suoi figli, una giovane nera nigeriana combatte contro il razzismo e la miseria della metropoli di Londra. Il romanzo autobiografico di una donna che con coraggio e ironia ha realizzato i suoi sogni di fama e benessere.

Buchi Emecheta è nata nel 1944 a Lagos, Nigeria. Proviene da una famiglia povera di etnia ibo, che durante la seconda guerra mondiale lascia il villaggio per la città. Grazie ad una borsa di studio conclude la scuola media e nel 1962 raggiunge il marito a Londra. Si separa da lui mentre è ancora iscritta a Sociologia e a fatica alleva i cinque figli nati durante il matrimonio. Inizia a scrivere articoli che nel 1972 diventano un libro dal titolo "Toccando il fondo" e due anni più tardi raggiunge il successo con Cittadina di seconda classe. Da allora scrive diversi romanzi e nel 1982 fonda una propria casa editrice, la Ogwugwu Afor con sede a Londra e a Ibuza in Nigeria.
10 3 EME - 2620 Emecheta, Buchi
Cittadina di seconda classe / Buchi Emecheta. - 2. ed. - Firenze : Giunti, 1992. - 373 p. ; 19 cm. - Tit. orig.: Adah's story. - (Astrea ; 13). - ISBN 88 09 20106 X
SENEGAL

Ousmane, Sembéne - Il fumo della savana. Banty mam yall

Romanzo dal forte impatto politico, Il fumo della savana è la storia di uno sciopero avvenuto nel 1947/48, iniziato in sordina dalla comunità nera impiegata nelle Ferrovie della colonia francese. I colleghi bianchi avevano tutti i diritti sindacali riconosciuti mentre i colleghi neri nessuno dei più elementari diritti. L'episodio riesce a dipingere un grande ritratto sociale dell'epoca.

Sembéne Ousmane nasce nel 1923 a Ziguinchor, oggi in Senegal. Figlio di pescatori di etnia wolof, autodidatta, comincia sin da ragazzo a guadagnarsi da vivere facendo vari mestieri manuali fra cui il muratore e il meccanico. Alla fine della seconda guerra mondiale, nel corso della quale combatte in Italia e in Germania, emigra in Francia, dove inizia la sua attivita di narratore e l'impegno politico con i sindacati. Torna in Senegal per l'indipendenza, diventando uno dei maggiori scrittori e cineasti africani. E' suo il famoso film Camp de Thiaroye del 1987, sul massacro francese delle truppe alleate senegalesi.
10 3 OUS - 2615 Ousmane, Sembéne
Il fumo della savana : Banty mam yall / Sembène Ousmane. - Roma : Lavoro, 1990. - 317 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Les bouts de bois de Dieu. Banty Mam Yall. - (Il lato dell'ombra ; 22). - ISBN 88 7910 469 1
SOMALIA

Farah, Nuruddin - Latte agrodolce

Latte agrodolce è il primo romanzo di una trilogia che termina con Chiuditi sesamo. La trilogia intitolata Variazioni sul tema di una dittatura africana, come anche questo libro affrontano con profondo impegno politico il caso della dittatura somala di Siad Barre. L'oggetto del romanzo è il rapporto tra padre e figli nella nuova Somalia. Il padre rappresenta l'esercito oppressore e torturatore, i figli rappresentano il nuovo, la voglia di cambiare e questo rapporto esemplifica la frattura generazionale creata dalla dittatura di Siad Barre.

Nuruddin Farah nasce nel 1945 a Baidoa in Somalia. Studia a Mogadiscio prima, poi in India e in Inghilterra. Nel 1976 è costretto all'esilio a causa delle critiche rivolte al regime somalo di Siad Barre. Risiede per lungo tempo in Italia e poi insegna in varie università africane, statunitensi ed europee. Farah é uno dei massimi scrittori africani di lingua inglese e gode di prestigiosa fama internazionale.
10 3 FAR - 2611 Farah, Nuruddin
Latte agrodolce / Nuruddin Farah. - Roma : Lavoro, 1993. - 293 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Sweet and sour milk. - (Il lato dell'ombra ; 34). - ISBN 88 7910 546 9
SUDAFRICA

Abrahams, Peter - Dire libertà. Memorie del Sudafrica

Dire libertà è l'autobiografia di Abrahams costruita in forma di romanzo. Uscito nel 1954, quindi in piena lotta contro l'apartheid, il libro ripercorre l'infanzia dell'autore ed i primi impegni politici nelle fila dei movimenti marxisti attivi contro l'apartheid.

Peter Abrahams, meticcio, nasce nel 1919 a Vrededorp, ghetto di Johannesburg in Sudafrica, allora abitato solo da gente di colore. Nel 1939 lascia per sempre il Sudafrica e si trasferisce a Londra dove lavora come giornalista per il Daily Worker, ed infine si stabilisce in Giamaica. Nel 1954 pubblica Dire libertà romanzo autobiografico che lo rende famoso.
10 3 ABR - 2609 Abrahams, Peter
Dire libertà : Memorie del Sudafrica / Peter Abrahams. - 2. ed. - Roma : Lavoro, 1994. - 324 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Tell freedom. Memories of Africa. - (Il lato dell'ombra ; 4). - ISBN 88 7910 160 9
Gordimer, Nadine

La figlia di Burger

Probabilmente il romanzo più famoso della Gordimer, La figlia di Burger è stato immediatamente messo all'indice in Sudafrica nel 1979, anno della sua uscita. Ambientato nel Sudafrica delle lotte politiche e dell'apartheid degli anni Settanta, narra la storia di avvocato bianco che si batte per l'affermazione dei diritti dei neri. La morte di Burger, l'avvocato bianco, trasformerà la piccola figlia Rosa appunto nella figlia di Burger, passandole così quella forte identità legata alla lotta di un bianco contro l'apartheid.

Nadine Gordimer nasce a Springs nella regione sudafricana del Transvaal nel 1923. Studia all'Università Witwatersrand di Johannesburg e ben presto si rivela scrittrice prolifica. Il suo personale impegno contro l'apartheid la rende famosissima nel mondo, ma i suoi romanzi vengono vietati in Sudafrica negli anni bui dell'apartheid. Vince il Nobel per la letteratura nel 1991.
10 3 GOR - 1761 Gordimer, Nadine
La figlia di Burger / Nadine Gordimer. - Milano : Feltrinelli, 1992. - 362 p. ; 23 cm. - (I narratori). - Tit. orig.: Burger's Daughter. - ISBN 88 07 01435 1
Head, Bessie - Una questione di potere

Questo libro, fortemente autobiografico, rappresenta il testamento di Bessie Head. La protagonista è donna, meticcia ed esule, i tratti distintivi della vita personale della Head. E' anche un percorso nella follia dei suoi tempi e della sua mente. Ma tutto questo rimane sempre sullo sfondo del racconto. Lo stile molto raffinato rende il libro un bellissimo mosaico della cultura nera africana e di uno stile di vita strettamente legato alla terra.

Bessie Head nasce nel 1937 in Sudafrica. Figlia naturale di una bianca di famiglia agiata e di uno stalliere nero, marchiata tragicamente da atroci esperienze infantili, cresce nella difficile situazione di paria sociale e razziale. Si diploma come insegnante a Durban, dopo aver studiato in scuole di missionari inglesi. Scrittrice di professione, produce cinque grandi romanzi. Non riesce a superare gli orrori dell'apartheid soprattutto dopo il massacro di Sharpeville del 1960. Abbandona il Sudafrica nel 1964 e muore suicida ed esule nel villaggio di Serowe in Botswana nel 1986.
10 3 HEA - 2927 Head, Bessie
Una questione di potere / Bessie Head ; introduzione di Adriana Cavarero ; traduzione di Paola Fattori. - Roma : Lavoro, 1994. - 233 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 35). - Tit. orig.: A question of power. - ISBN 88 7910 550 7
Joubert, Elsa - Il lungo viaggo di Poppi Nongena

La testimonianza di una sudafricana nera di etnia Xhosa e della sua fatica di vivere nel paese dell'apartheid, trasposta sulla pagina da una scrittrice bianca. Un romanzo verità di straordinaria importanza per conoscere la storia e la cultura di una popolazione nera dalla fine dell'800 alle rivolte nei ghetti urbani del Sudafrica razzista. Il libro racchiude l'esperienza di quarant'anni di un'intera famiglia.

Elsa Joubert, pseudonimo di Elsa Steyler, nasce a Paarl in Sudafrica nell'immediato retroterra di Città del Capo, dove attualmente risiede. E' bianca e la sua lingua madre é l'afrikaans. Giornalista e scrittrice, sposata e madre di tre figli, ha scritto altri romanzi e parecchi libri di viaggi. Nel caso specifico del romanzo presentato l'autrice bianca ha dato voce alla protagonista nera, che altrimenti non avrebbe potuto raccontare la sua storia.
10 3 JOU - 1154 Joubert, Elsa
Il lungo viaggo di Poppi Nongena / Elsa Joubert ; traduzione di Bruno Armellin ; nota critica di Itala Vivian. - Firenze : Giunti Barbéra, 1987. - 330 p. : ill. ; 19 cm. - (Astrea ; 10). - Tit. orig.: Die Swerfjare van Poppie Nongema
Maimane, Arthur - Vittime

Ambientato nel Sudafrica degli anni Cinquanta e Sessanta, il romanzo di Maimane è un giallo che coinvolge un giovane nero abitante nel ghetto di Sophiatown che commette uno stupro ai danni di una giovane bianca incontrata nei quartieri alti di Hillbrow, entrambi quartieri di Johannesburg. Questo episodio cambierà la vita ad entrambi, costringendoli ad una forzata conoscenza dell'altro odiato gruppo.

Arthur Maimane nasce nel 1932 in Sudafrica da genitori tswana e xhosa, cresce all'interno di una missione anglicana ed impara così l'inglese. Entra ancora giovanissimo nella celebre rivista Drum di Johannesburg, di cui diventa vice direttore. Seguono in questo periodo gli anni più atroci dell'apartheid che lo porteranno in altri stati africani ed infine, nel 1963, si trasferisce a Londra dove lavora per la radio e la televisione dedicandosi soprattutto al teatro. Dopo la svolta antiapartheid del regime sudafricano Maimane torna a Johannesburg come redattore e corrispondente parlamentare del settimanale The weekly Mail; Vittime rimane il suo unico romanzo.
10 3 MAI - 2610 Maimane, Arthur
Vittime / Arthur Maimane. - Roma : Lavoro, 1992. - 310 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Victims. - (Il lato dell'ombra ; 28). - ISBN 88 7910 505 1
Rive, Richard - District six

Il libro di Rive è composto da una serie di episodi che hanno come filo conduttore il fatto di avvenire nel District Six, antico quartiere di Città del Capo. Il quartiere viene demolito negli anni Sessanta per fare spazio ad un nuovo quartiere per bianchi e per ottemperare a quell'imperante apartheid di quegli anni. Il quartiere era infatti abitato soprattutto da neri e meticci ed era uno dei quartieri più belli della città. In questa situazione socio-politica si muovono i personaggi di Rive.

Richard Rive, meticcio e figura assai nota della cultura sudafricana, nasce nel 1931 a Città del Capo. Studia a Oxford e alla Columbia University di New York, ma questo non gli impedisce di tornare a lavorare in Sudafrica come giornalista e romanziere per la celebre rivista Drum, all'avaguardia all'epoca per neri e meticci. A causa di una rapina a mano armata, Rive viene assassinato sempre a Città del Capo nel 1989.
10 3 RIV - 2604 Rive, Richard
District six / Richard Rive ; introduzione di Geoffrey V. Davis ; postfazione di Stephen Gray ; traduzione di Carlo Corsi. - Roma : Lavoro, 1990. - 245 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 21). - Tit orig.: <<Buchingham Palace>>, District six. - ISBN 88 7910 461 6
Sepamla, Sipho - Soweto

Ambientato nel Sudafrica dell'apartheid, il romanzo è la cronaca della ribellione nera del 1976 nel quartiere nero di Soweto. Il protagonista è un giovane guerrigliero nero addestrato all'estero che collabora con il movimento studentesco organizzatore della rivolta, che per loro rimane peró senza volto. Il romanzo denuncia le condizioni di vita intollerabili nel Sudafrica degli anni Settanta.

Sipho Sepamla, poeta, drammaturgo e romanziere, nasce a Krugersdorp nei pressi di Johannesburg in Sudafrica nel 1932. Proveniente da una famiglia istruita, ha avuto un percorso letterario da poeta, internazionalmente riconosciuto, ed ha scritto anche romanzi di cui Soweto è il più famoso.
10 3 SEP - 2925 Sepamla, Sipho
Soweto : romanzo / Sipho Sepamla ; introduzione di Kelwyn Sole ; traduzione di Bruno Armellin. - Roma : Lavoro, 1989. - 347 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 15). - Tit. orig.: A ride on whirlwind. - ISBN 88 7910 407 1
Wicomb, Zoë - Cenere sulla mia manica

Il libro è una raccolta di racconti legati dall'esperienza della voce narrante, nel romanzo Frieda Shenton. In gran parte ironico ed infine tragico è un pezzo di storia dell'apartheid in Sudafrica, visto dal punto di vista femminile e quindi ancor più tragico. I racconti analizzazano i diversi aspetti della tragedia del popolo nero, ma i toni rimangono sempre staccati dalle pur forti emozioni che la lettura suscita.

Zoë Wicomb nasce nella regione del Capo nel 1948. Proviene da una comunità griqua. Ha studiato in Sudafrica e in Gran Bretagna. Dal 1991 vive stabilmente in Sudafrica ed oggi insegna a Città del Capo letteratura inglese. La Wicomb è una delle esponenti più significative delle nuove generazioni di scrittrici sudafricane.
10 3 WIC - 2911 Wicomb, Zoë
Cenere sulla mia manica / Zoë Wicomb ; introduzione di Dorothy Driver ; traduzione di Maria Teresa Carbone. - Roma : Lavoro, 1993. - 178 p. ; 20 cm. - (Il lato dell'ombra ; 31). - Tit. orig.: You can't get lost in Cape Town. - ISBN 88 7910 517 5
Zwi, Rose - Un altro anno in Africa

Rose Zwi ambienta questo romanzo nella periferia di Johannesburg negli anni Trenta. E' un pó la storia della diaspora ebraica vissuta tra le miniere d'oro sudafricane e le contraddizioni dello stato dell'apartheid. Le esperienze dei pogrom vissute solo dai genitori della bambina protagonista entrano ugualmente a far parte della sua vita e la accompagneranno nel presente dell'ennesimo esilio di una famiglia ebrea.

Rose Zwi è nata in Messico nel 1928 da una famiglia di profughi ebrei Ashkenaziti provenienti dalla Lituania. Cresciuta a Johannesburg, ha mantenuto la sua cultura yiddish calandola nella realtà sudafricana ed il suo contributo all'antiapartheid è stato importantissimo. Dal 1988 vive e lavora in Australia.
10 3 ZWI - 2923 Zwi, Rose
Un altro anno in Africa / Rose Zwi ; a cura di Itala Vivan ; introduzione di Clara Sereni ; traduzione di Maria Pace Ottieri. - Roma : Lavoro, 1995. - 180 p. ; 20 cm. - (L'altra riva ; 39). - Tit. orig.: Another year in Africa. - ISBN 88 7910 696 1
TUNISIA

Meddeb, Abdelwahab - Fantasia

Il libro ha come oggetto la condizione dell'esilio che viene vissuta in questo caso in maniera positiva, quasi sufi. In parte autobiografico, il romanzo si svolge a Parigi ed è denso di riferimenti alla cultura occidentale come anche a quella islamica.

Abdelwahab Meddeb è nato a Tunisi nel 1946 e dal 1947 risiede a Parigi dove si è sempre occupato a vario titolo di letteratura araba e di pensiero sufi.
10 2 MED - 2613 Meddeb, Abdelwahab
Fantasia / Abdelwahab Meddeb. - Roma : Lavoro, 1992. - 200 p. ; 20 cm. - Tit orig.: Phantasia. - (Il lato dell'ombra ; 25). - ISBN 88 7910 579 5
Ultimo aggiornamento / Letzte Aktualisierung: 19.8.2003 | URL: www.bibmondo.it/att/percorsi/g-africa.html | XHTML 1.0 / CSS | WEBdesign, Info: M. di Vieste
HOME | Libri - Bücher | Video & ... | Attività - Aktivität | Bookmark | Copyright, Cerca / Suche
Percorsi per i più grandi | Indice | Percorsi per i più piccoli