Logo Biblioteca Culture del Mondo / Bibliothek Kulturen der Welt Culture del Mondo / Kulturen der Welt:
Letteratura del mondo / Literatur der Welt. Diritti umani e dei popoli / Menschen- und Völkerrechte.
Politica dello sviluppo e di pace / Entwicklungs- und Friedenspolitik. Questioni Nord-Sud / Nord-Süd Fragen.

HOME | Info | Libri - Bücher | Video & ... | -> Attività - Aktivität <- | Link

Copertina del percorso: Oltre la crisi.

Percorsi di lettura 2012

Oltre la crisi
Una opportunità per ripensare il mondo

Una delle parole che sta maggiormente connotando gli ultimi anni è "crisi": crisi economica, crisi ambientale, crisi di valori, crisi della società ecc. Ma l'aspetto che maggiormente preoccupa le persone è la crisi della crescita economica. Contemporaneamente sono anni ormai che molti economisti lamentano le distorsioni della crescita senza freno: da molti la crescita veniva additata come responsabile di una crisi diffusa, tra cui quella ambientale. E' interessante verificare quindi se questa crisi diffusa non sia portatrice di messaggi positivi e nuove speranze: in mancanza di crisi il mondo sarebbe potuto crescere fino a scoppiare? Può essere che il freno tirato dell'economia degli ultimi anni abbia salvato l'umanità da una catastrofe ben peggiore di quella che stiamo vivendo?

E' possibile che ci venga data ancora una possibilità per cambiare modello di sviluppo e iniziare a riparare i danni fatti finora? Queste sono le domande che ci siamo fatti iniziando a pensare ad un percorso di lettura che non guardasse alla crisi come ad una catastrofe bensì come ad una opportunità.

Quello che abbiamo visto fino ad oggi non è certo il migliore dei mondi possibili: la situazione di intere popolazioni in molte parti del mondo è drammatica e direttamente riconducibile ad una visione distorta di sviluppo economico, di sviluppo disumano. Le tante promesse sulla soluzione del problema della fame nel mondo e dell'accesso all'acqua potabile per tutti non sono state mantenute e milioni di persone continuano a morire di fame e di stenti.

Per questo motivo abbiamo inserito libri sull'Asia, specificamente Cina, India, Afghanistan per sottolineare la relazione tra la crisi vista dall'occidente e quella vissuta direttamente sulla pelle di miliardi di persone. Della selezione fanno parte anche libri che guardano maggiormente all'economia. E' il caso del libro sulle transition town di Rob Hopkins, o quello sulla felicità sostenibile di Maurizio Pallante. Si tratta di libri che osservano la fine dell'era del petrolio e ripensano ad un modello di sviluppo per il futuro svincolato dai parametri che fino ad oggi sono stati responsabili dei disastri che ormai sono sotto gli occhi di tutti.

Interessante il titolo di Gunter Pauli, Blue Economy, in cui viene smontata la logica applicata alle nostre attività economiche e descrive i principi delle tecnologie ispirate dal funzionamento della natura: "in natura non esistono disoccupati e neppure rifiuti".

Questo percorso probabilmente metterà d'accordo la tradizione con il futuro: molte buone pratiche ci arrivano dal passato o direttamente dalla natura. Coniugate con le tecnologie già sviluppate potranno garantirci un nuovo modello di sviluppo sostenibile sia economicamente sia socialmente: non più un'economia del profitto ma finalmente una economia della felicità. Se un giorno si dovrà scegliere tra una umanità ricca o una felice, sarà la felicità la strada da seguire. Tanto più che il modello di un'umanità ricca è crollato prima ancora di riuscire a garantire un livello minimo di sussistenza per tutti.

Non basta già questo per capire che ciò che ci lasciamo dietro in fondo non aveva un valore così grande?

Infine un romanzo che rappresenta i paradigmi dei nostri tempi, "L'ultimo uomo nella torre", dell'indiano Aravind Adiga: un costruttore promette il doppio del valore di ogni singolo appartamento per demolire la costruzione ed edificare al suo posto un edifico di lusso a Mumbai. Un'unica condizione: che tutti gli attuali condomini accettino. Dello stesso autore consigliamo anche "La tigre bianca".

A completare questo percorso vi consigliamo anche la visione di tre film che in qualche modo si riallacciano al nostro tema: il primo "Maghi e viaggiatori", film realizzato in Bhutan (il paese con il più alto tasso di felicità al mondo), racconta la storia di un giovane che sogna l'America e che intraprende il viaggio per emigrare scoprendo poi che ha già tutto quello che gli serve per essere felice. L'altro film è "Invictus" sul drammatico periodo vissuto dal Sudafrica nel passaggio dall'apartheid al nuovo corso storico con Nelson Mandela nuovo presidente del Sudafrica. Infine il film documentario di Ermanno Olmi "Terra Madre", iniziato in occasione del Forum mondiale dei contadini tenuto a Torino nell'ambito di Terra Madre 2006, fa un giro attorno al mondo alla ricerca di quel che resta della biodiversità, nell'agricoltura e negli allevamenti, dalla Cordigliera delle Ande fino all'India.

Buona lettura a tutti!
Mauro di Vieste

I libri

Copertina del libro: Blue economy : nuovo rapporto al Club di Roma.


Copertina del libro: Manuale pratico della transizione.


Copertina del libro: Manuale di sopravvivenza alla fine del petrolio.


Copertina del libro: Shock Economy.


Copertina del libro: La felicità sostenibile.


Copertina del libro: L'altra spesa : consumare come il mercato non vorrebbe.


Copertina del libro: India spezzata.


Copertina del libro: Monologhi del giorno del giudizio.


Copertina del libro: La speranza indiana.


Copertina del libro: Lettere alle mie figlie.


Copertina del libro: Un mondo che non esiste più.


Copertina del libro: Il vento è mia madre.


Copertina del libro: L'ultimo uomo nella torre.


Ultimo aggiornamento / Letzte Aktualisierung: 30.3.2012 | URL: www.bibmondo.it/att/percorsi/2012/index.html | XHTML 1.0 / CSS / WAI AAA | WEBdesign, Info: M. di Vieste

HOME | Info | Libri - Bücher | Video & ... | -> Attività - Aktivität <- | Link | Copyright, Search