.

CAMERUN
Assaggiando il mondo
Un viaggio alla scoperta di sapori dimenticati e culture poco conosciute di altri continenti

CAMERUN

Italiano Italiano | Deutsch

.


Navigazione


CAMERUN. Assaggiando il mondo.

CAMERUN

Durante i miei viaggi ho ascoltato molte storie. Una che mi piace tanto, racconta di luoghi sul nostro pianeta che presero forma prima di altri. Come se la natura avesse voluto provare prima di sistemare le cose così come le conosciamo: mettendo paesaggi diversi uno accanto all'altro, e popolazioni diverse con lingue diverse una vicina all'altra. Il Camerun, in Africa, sembra proprio uno di questi luoghi. In esso si trova la foresta pluviale, tutta verde, anzi di mille verdi diversi. Poi c'è la savana, con tutti i gialli possibili, chiaro, scuro, ocra, paglierino. Le montagne, con le sfumature dell'azzurro. C'è il deserto, marrone, e il mare blu. Animali selvatici d'ogni tipo: leopardi, gazzelle, elefanti, uccelli, rettili. In Camerun vivono inoltre duecento popoli, che parlano duecento lingue diverse, ma quando vogliono capirsi ci riescono lo stesso. Ci sono odori a non finire, ma soprattutto ... un mare di cose buone da mangiare.

Il Camerun si trova nell'Africa equatoriale e si a? accia sull'Oceano Atlantico. Visitarlo per me è stata un'esperienza indimenticabile, che ancora ricordo con tanta gioia. Ho conosciuto il Paese con l'aiuto di un forte e coraggioso animale. Un mammifero con la corazza. Un rinoceronte nero. Uscii dalla terra secca della savana proprio in mezzo alle sue zampe colossali. Sentii l'ombra che il suo grande corpo faceva sopra di me. Dopo averlo salutato, cercai di stringergli la zampa. Mi sembrava di accarezzare una pietra. La sua pelle era così dura che pensai non dovesse avere paura di niente e di nessuno. Diventammo subito amici. Mentre camminavamo tra l'erba alta seccata dal sole, mi disse che la sua terra un tempo era ancora più ricca e felice. Disse che gli uomini devono stare più attenti e curarla con più amore, altrimenti l'ambiente si ammala, gli animali spariscono e quel paradiso che noi conosciamo ora potrebbe non esserci più domani.

I popoli che abitano il Camerun sono quasi tutti di origine Bantu. Le persone sono abbastanza alte e snelle, e hanno la pelle nera come il caffè. Amano la musica e le danze. Per loro un uomo diventa veramente adulto e responsabile quando impara a conoscere tutti i segreti della natura, per viverci senza però fare nessun danno. Senza sporcarla né sprecare i suoi frutti. Il mio amico rinoceronte mi parlò anche della caccia, dei bracconieri che uccidono gli animali senza averne il permesso. Non per mangiarli, ma per venderli o farci la collezione. Senza dare importanza ai danni gravi che il loro comportamento provoca a tutto l'ambiente. Mentre raccontava sentii una goccia cadere dal suo muso rugoso. Mi accorsi che stava piangendo. La tristezza però sparì in fretta. Eravamo tutte e due sicuri che le persone buone sono molte di più di quelle cattive, e che prima o poi nessuno avrebbe più cacciato gli animali per motivi tanto banali. Poi un odorino mi risvegliò l'appetito. Il rinoceronte alzò la testa di scatto sentendo un ruggito. Non era nessun animale feroce, ma il mio stomaco che brontolava! Allora mangiammo insieme un piatto tradizionale del Camerun, a base di banane. Si chiama:

CAMERUN. Assaggiando il mondo.

Banane in crema

INGREDIENTI
- 2 uova
- 100 gr di zucchero
- 2 bicchieri di latte
- 3 cucchiai di farina
- 6 banane
- burro
- biscotti secchi sbriciolati.

ESECUZIONE
Sbattere le uova con lo zucchero, la farina e versate a poco a poco il latte bollente.
Mescolare a fuoco lento fino ad ottenere un composto cremoso. Imburrare una teglia e mettere un po' di crema. Sopra disporre le banane sbucciate e tagliate in due nel senso della lunghezza, quindi coprire con il resto della crema e sbriciolare sopra i biscotti.
Infornare per circa 25 minuti e servire, sia caldo che freddo.

Dove siamo?

Il Camerun, grande circa una volta e mezzo l'Italia, è abitato da circa 19 milioni di persone ed è uno dei paesi africani più poveri. Il paesaggio alterna spiagge, deserti, montagne, foreste pluviali, e savane, ma è minacciato da deforestazione e inaridimento dei suoli.

Il punto più elevato è la sommità del Monte Camerun nel sud-ovest del paese, e le più grandi città sono Douala, Yaoundé, e Garoua. In Camerun sono presenti oltre 200 diverse etnie e gruppi linguistici, tra cui il tedesco, ewondo, douala, fufulde, ghomala, baham, kom e altre.

Lingue ufficiali sono il francese e l'inglese, ma vi sono anche più di 200 ceppi linguistici bantu. Una delle piante fondamentali per la sopravvivenza di molte popolazioni in Camerun è il sorgo bicolor, una delle prime piante ad essere coltivate nella storia e attualmente tra i cereali di maggiore importanza nell'economia agricola mondiale, dopo frumento, riso e mais. In Camerun nel corso dei secoli la popolazione ha selezionato diverse varietà di sorgo in grado di sopravvivere ai periodi di siccità e pioggia nel paese.


.

.

Ultimo aggiornamento: 1.6.2010 | Copyright | URL: www.bibmondo.it/att/assaggia/doc/camerun-it.html | XHTML 1.0 / CSS / WAI AAA | WEBdesign, e-mail: M. di Vieste

.